4.4 C
Rome
domenica 23 Gennaio 2022
SportCalcioDanno e beffa: lasciano il campo per razzismo, perdono a tavolino e...

Danno e beffa: lasciano il campo per razzismo, perdono a tavolino e la Figc applaude

A Padova insulti a un giocatore nero, i compagni lasciano il campo per razzismo esprimendo solidarietà al giocatore e  il Giudice Sportivo dà loro la sconfitta a tavolino: “Scelta dei giocatori comprensibile eticamente, ma non per la Giustizia Sportiva”. La Figc: “il comunicato è perfetto”.

Lasciano il campo per razzismo, perdono a tavolino

Il fatto è avvenuto nei campi della seconda categoria padovana, durante il match tra Atletico Granze-Tribano,  quando al minuto 88 sul risultato di 3-3, un tifoso da in escandescenze e comincia a urlare ingiurie verso gli ospiti. L’energumeno si lascia andare a versi da scimmia soprattutto ed altri pesantissimi epiteti razzisti in particolare contro Diedhou Moussa del Tribano, perché ha commesso un fallo ma soprattutto perché ha la pelle scura.

Moussa ha 22 anni e – come ha raccontato Il Gazzettino – è arrivato in Italia nel 2017 con un barcone, a Lampedusa. A quel punto il capitano del Tribano comunica all’arbitro che la sua squadra non intende proseguire la partita, che viene sospesa.

Il Giudice Sportivo decreta la sconfitta a tavolino al Tribano con la motivazione scritta in puro burocratese italiano, come da prassi, in cui si legge che “se la decisione della Polisportiva Tribano di abbandonare il terreno di gioco a seguito del volgare commento di stampo razzista proveniente da un sostenitore del Granze, può essere compresa dal punto di vista etico non può però essere giustificata dal punto di vista della giustizia sportiva”.

Annotiamo dunque che la Giustizia Sportiva non ha a che fare con l’etica. E se non bastasse, il comunciato chiosa con la paternale senza conseguenze: “La decisione della sconfitta a tavolino viene adottata con personale dispiacere da parte dell’organo giudicante che esprime solidarietà al giocatore vittima del comportamento discriminatorio”.

Capito? C’è la componente etica, come orpello, da non mescolare con tutto il resto. Ovvero: the show must go on…
Covid, Messi e Rovella la bolla del calcio sta per esplodere

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli