Quotidiano on-line ®

26.7 C
Rome
giovedì, Luglio 7, 2022

Calciatori improponibili: Mauro Facci, lo Schnellinger dell’Agro Pontino

Funamboli incompresi, diversamente idoli,  sono gli improponibili del rettangolo verde. Oggi celebriamo Mauro Facci, arcigno fluidificante detto lo Schnellinger dell’Agro Pontino.

Mauro Facci, lo Schnellinger dell’Agro Pontino

Mauro Facci nasce a Latina il 26 novembre del 1971. La sua carriera calcistica non va oltre il sud Italia, da Latina fino a Napoli, passando dalla Pro Cisterna alla Salernitana. La svolta della sua carriera è proprio a Salerno, dove approda nel campionato 1991/92.

Colleziona ben 6 presenze, naturalmente senza goal, ma inspiegabilmente sono sufficienti per meritarsi la riconferma. Rimane ben 5 stagioni in maglia granata. Colleziona 132 presenze e 3 goal. Tatticamente muta, come un geco, in terzino sinistro di spinta.

Calciatori improponibili: Mauro Facci, lo Schnellinger dell'Agro Pontino

Le cronache raccontano di prestazioni non certo esaltanti, parliamo di campionati di serie C e di serie B, ma sufficienti per attirare l’attenzione del Napoli di Ferlaino. Ferlaino da mandato al Direttore Sportivo Juliano di non lasciarsi scappare lo Schnellinger dell’Agro Pontino.

Vieno soprannominato “Gestapo” per i suoi tratti ariani e lo sguardo da duro da “Milano spara la Polizia risponde”. Prende possesso della fascia sinistra ed entra nella leggenda del tifo partenopeo grazie a leggendarie prestazioni.

A Torino il Napoli strappa un eroico 2-2 contro la Juventus. Il primo goal bianconero è di Del Piero. Del Piero avanza palla al piede e viene affrontato da Facci. Il fantasista bianconero si ferma e comincia a correre orizzontalmente per il campo. Facci lo insegue come un tarantolato senza riuscire ne a raggiungerlo e neppure a togliergli il pallone. Del Piero si ferma nuovamente. Finta di destra, scatta a sinistra e segna un grandissimo goal. Facci viene colto da un attacco di labirintite.

Calciatori improponibili: Mauro Facci, lo Schnellinger dell'Agro Pontino

A fine stagione il Napoli retrocede in serie B. La squadra è affidata ad Ulivieri.

Ulivieri non deve aver studiato la rosa, infatti conferma Facci sulla fascia sinistra. Durante una partita contro il Chievo Ulivieri viene colto da un malore e si accascia in panchina. Le cronache raccontano di un Ulivieri particolarmente agitato, in preda ad una crisi isterica, perchè richiamava continuamente un calciatore. Indovinate chi era quel calciatore?

Coincidenza vuole che dopo quella partita, e la pronta guarigione di Ulivieri, Facci non vedrà più il rettangolo di gioco. Anche nella stagione successiva, con Novellino in panchina, non scenderà mai in campo. Infatti la squadra venne promossa in serie A.

Calciatori improponibili: Mauro Facci, lo Schnellinger dell'Agro Pontino

Viene ceduto al Teramo. Una leggenda narra che venne tesserato in una trattoria del cunense mentre mangiava la Bagna Cuada e da li è un pellegrinare in varie squadre fino al 2010 quando chiuse la carriera al Latina. Dove tutto ebbe inizio.

Nel 1997 venne ceduto dalla Salernitana al Napoli. Nella stagione succesiva la Salernitana viene promossa in serie A. Nella stagione 1999/2000 non gioca un minuto in tutto il campionato. Il Napoli viene promosso in seria A. Coincidenze.

Mauro Facci, la scheda

Calciatori improponibili: Mauro Facci, lo Schnellinger dell'Agro Pontino

  • squadra: Napoli
  • stagione: 1997/2000
  • ruolo: difensore
  • presenze: 38
  • goal: 0
  • la frase: Mazzone “Non li azzecca neppure in allenamento”

 

Leggi anche

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli