Quotidiano on-line ®

25.5 C
Rome
martedì, Luglio 5, 2022

Calciatori improponibili: Geovani Silva detto…Geovani

Funamboli incompresi, diversamente idoli, sono gli improponibili del rettangolo verde. Oggi celebriamo Geovani Silva detto Geovani

Geovani Silva detto…Geovani

Estate del 1989 ed il Bologna acquistò dal Vasco de Gama, per la modica cifra di 10 miliardi del vecchio conio, una mezzapunta brasiliana piena di talento: Geovani Silva.

Le cronache dell’epoca raccontano di un giocatore “dotato di classe sopraffina con un’ottima visione di gioco ed un tiro potente e preciso”. Perfetto per l’ambizioso Bologna di Maifredi che voleva tornare nel calcio che conta.

“Vengo in Italia per una sfida professionale con me stesso. Voglio vedere se riesco ad essere protagonista anche fuori da Rio, in un campionato pieno di campioni”. (Repubblica 24/06/1989)

Il calciatore che si presenta ai sognanti tifosi felsinei ha il fisico da vitellone riminese a caccia di attempate milf teutoniche. Ad insidiare il suo fisico non proprio atletico è anche l’infelice scelta di trovargli un appartamento in centro a Bologna.

Sua vicina casa pare fosse una certa Orianna. Non pensate male qui il sesso non c’entra nulla. Il talento della simpatica Orianna erano i tortellini che cucinava in modo delizioso, altro che i Masterchef di adesso. Una bella cucina casalinga di stretta tradizione bolognese che rese dipendente, manco fosse un drogato, il povero Geovani.

Questi tortellini fatti con uova fresche, prosciutto crudo, carni bovine, misero a dura prova il talentuoso brasiliano che già era lento di suo ma dopo una tale dieta era più imbalsamato di un giocatore del Subbuteo.

Inoltre ingrassava manco fosse Adinolfi e stramazzava al suolo, come un cetaceo spiaggiato. dopo pochi giri di campo. Le prestazioni sul campo rasentavano il ridicolo.

Calciatori improponibili: Geovani Silva detto...Geovani

Lento, impacciato, senza la minima idea di calcio, con l’unico pensiero di sedersi a tavola a mangiare i tortellini, ed anche altre paste. Quando sei drogato provi tutto. Ebbe e novembre un lampo di classe in un Fiorentina vs Bologna, resa famosa dai violenti scontri tra le tifoseria prima, durante e dopo la partita, quando sparò da trenta metri un missile terra aria che si infilo dove ci sono i nemici dell’igiene e trafisse l’incolpevole portiere della Viola. Ma fu solo un raggio di sole in tutta la stagione, forse il ristorante di Orianna aveva chiuso per ferie, per il resto altre prestazioni grigie e mediocri con un solo goal all’Ascoli su rigore.

A fine stagione venne ceduto in prestito in Germania al Karlsruhe. Passare dalla cucina emiliana a quella tedesca è come avere come fidanzata Belen Rodriguez e poi uscire con Giorgia Meloni.

Calciatori improponibili: Geovani Silva detto...Geovani

L’adattamento del povero Geovani fu un disastro e non gli restò che tornarsene in Brasile. Terminò la sua carriera nel 2003 nelle fila del Vilavelhense.

La leggenda narra che Geovani e Orianna rimasero in contatto ed alcuni anni dopo aprirono un ristorante in Brasile di cucina tipica emiliana. Gli affari andarono a gonfie vele e il talentuso carioca raggiunse il peso forma di 100 kg. Grasso ma felice.

 

Geovani Silva, la scheda

Calciatori improponibili: Geovani Silva detto...Geovani

  • nome: Geovani Silva detto Geovani
  • squadra: Bologna
  • stagione: 1989/90
  • presenze: 27
  • goal: 2
  • la frase: “Ho portato a Bologna uno dei 5 migliori giocatori del mondo” Gino Corioni Presidente del Bologna.

 

Leggi anche

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli