27.3 C
Rome
lunedì 11 Ottobre 2021
SportCalciatori improponibili: Mauro Daniel Goicoechea

Calciatori improponibili: Mauro Daniel Goicoechea

Funamboli incompresi, diversamente idoli, sono gli improponibili del rettangolo verde. Oggi celebriamo Mauro Daniel Goicoechea, la saracinesca difettosa.

Mauro Daniel Goicoechea, la saracinesca difettosa.

Stagione 2012/13, sulla panchina giallorossa torna Zeman. Si rivelerà una scelta infelice. La squadra non riesce ad esprimere nulla, che assomigli, al calcio offensivo del tecnico boemo. Ben presto la stagione scivolerà ad un livello di mediocrità imbarazzante. L’emblema di questa sciagurata stagione è sicuramente il portiere uruguagio Mauro Goicoechea. Per molti tifosi il portiere più scarso che abbia mai indossato la maglia della Roma.

Cresciuto calcisticamente nel Danubio, Goicoechea esordisce in una partita prendendo 5 gol contro il Tacuarembò. L’Uruguay deve essere una terra di filosofi perchè la prestazione tragica non stronca la carriera al ragazzo, anzi lo fa diventare titolare del Danubio fino al 2012.

A Roma, sponda giallorossa, la situazione portieri non è delle migliori. Stekelenburg non ha la fiducia di Zeman. Per cautelarsi la Roma cerca un portiere già esperto ma giovane, che costi poco che possa accontentarsi di fare la riserva, ed eventualmente sfruttare delle occasioni. Ed incredibilmente vedono in Goicoechea il profilo ideale. Viene prelevato dai giallorossi in prestito con diritto di riscatto.

Calciatori improponibili Mauro Daniel Goicoechea (2)

Inizialmente il portiere sudamericano siede in panchina ma, nel primo tempo di Parma-Roma 2-3, sarà costretto a subentrare per via di un infortunio al collega olandese. L’infortunio è serio, Per molti mesi Goicoechea diventerà il portiere titolare della Roma. E saranno mesi di puro inferno per i tifosi romanisti.

Paperissima sprint

L’estremo portiere sudamericano colleziona una serie di prestazione da film horror. Ricordiamone alcune: derby contro la Lazio. Punizione di Candreva da 30 metri, tiro centrale che lui pensa bene di parare con un bagher. E la palla finisce in rete. Nemmeno ad un texano verrebbe in mente di parare un tiro con un bagher. La partita finirà 3-2 per i biancocelesti.

A Verona, contro il Chievo, sbaglia l’uscita e nei minuti finali regala goal e partita a Pellissier. Un generoso. Contro il Milan provoca un rigore comico facendosi sfuggire il pallone. In quella occasione i giallorossi portano a casa i 3 punti.

A Napoli la Roma perde 3-1. In tutti i 3 goal Goicoechea riesce a stare nel posto sbagliato nel momento sbagliato. Ma lui non è contento sa che può fare di più. A tempo scaduto regala a Maggio il pallone della quaterna celeste, uscendo sui piedi dell’esterno napoletano lanciato in contropiede, ma dimenticandosi di trattenere il pallone. Dettagli che fanno la differenza.

A Bologna ha sulla coscienza due dei tre gol felsinei che fissano il risultato su un roccambolesco 3-3. Arriviamo al 1 febbraio 2013: c’è Roma-Cagliari e il povero uruguaiano ne combina di tutti i colori, tra cui intervenire in presa alta e indisturbato su un innocuo cross di Avelar e, in ricaduta scaraventare il pallone in rete. La Roma perde per 4-1 e anche Zeman ne paga le conseguenze, venendo esonerato.

L’incredibile errore di Goicoechea in Roma 1-4 Cagliari (2012-2013)

https://www.youtube.com/watch?v=bbyvoi7P2hA

 

Al suo posto arriva Andreazzoli, che immediatamente restituisce la maglia da titolare a Stekelenburg. Praticamente l’unica novità tattica di Andreazzoli in quella stagione.

Goicoechea giocherà solo un tempo nel prosieguo della stagione, per poi fare ritorno al Danubio dove, per sua sfortuna, devono averlo seguito nell’avventura giallorossa. Non vedrà più il campo, diventando il terzo di Ichazo e Rochet. Tornerà quindi in Europa, in Romania, all’Otelul Galati. Attualmente gioca nel Tolosa in Francia. Retrocesso in Ligue 2.

 

Goicoechea, la scheda

Calciatori improponibili Mauro Daniel Goicoechea (4)

  • squadra: Roma
  • stagione: 2012/13
  • ruolo: portiere
  • presenze: 15
  • goal: -24
  • la frase: Posso ancora migliorare e sono qui per questo. Il mio modello è Buffon.

Leggi anche

 


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli