-4.1 C
Rome
domenica 23 Gennaio 2022
PolisStop AstraZeneca ai militari ma il comunicato è degno di Von Buttiglione

Stop AstraZeneca ai militari ma il comunicato è degno di Von Buttiglione

Stop AstraZeneca ai militari e forze dell’ordine: c’è la nota con chiarimento del Tenente Colonnello Gianfranco Paglia, consigliere del Ministro della Difesa.

Stop AstraZeneca ai militari

Nuovo stop per il vaccino anti covid AstraZeneca, stavolta da parte delle forze dell’ordine e militari. Una comunicazione interna del Comando Operativo di Vertice Interforze arrivata alle agenzie di stampa ha spiegato come dal 15 aprile sia “sospesa momentaneamente la vaccinazione con Vaxzevria (AstraZeneca) per i militari e le forze dell’ordine in Italia fino a nuova disposizione”.

Il motivo è spiegato dal Tenente Colonnello Gianfranco Paglia, consigliere del Ministro della Difesa in una nota che, inizia con il punto chiarificatore: “agli appartenenti alle Forze Armate non sarà inoculato alcun tipo di vaccino fino a nuova disposizione. Questo per dare prosieguo al piano vaccinale predisposto dal Commissario straordinario Figliuolo per l’emergenza Covid”; ma poi prende una piega che ci rimanda ai toni di certa commedia italiana anni settanta che spesso amava ambientare le proprie avventure all’interno di caserme. Infatti il Tenente Colonnello Paglia sottolinea:

“I militari si fermano non per vigliaccheria o perché molti hanno avuto con AstraZeneca degli effetti collaterali, ma per dare priorità alle fasce d’età comprese tra i sessant’anni e gli over 80. Dirò di più, molti comandanti consapevoli di poter aver un po’ di alterazione della temperatura corporea, hanno preferito sottoporsi alla vaccinazione di venerdì in modo da essere operativi ed efficienti già dal lunedì.”

Dunque non fu vigliaccheria dato che i nostri prodi armigeri, seppur fiaccati da effetti collaterali dall’infido AstraZeneca, han continuato a prestar servizio chiedendo anzi di anticipar il proprio turno per soffrire nel fine settimana e non in servizio.

 

La nota di Paglia si chiude con un richiamo ai furbetti:

“Come più volte dichiarato uniti si vince ed auspico che tutte le altre categorie non facciano fughe in avanti e rispettino tutti la tabella di marcia avendo fiducia in chi in prima linea si sta esponendo.”

La comunicazione fa seguito all’ultima direttiva della struttura del commissario per l’emergenza Covid che prevede per le somministrazioni la procedura per fasce d’età e non più per attività lavorativa svolta.

[themoneytizer id=”68124-28″]


Marquez
Corsivista, umorista instabile.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli