30 C
Rome
martedì 27 Luglio 2021
PolisI 5 modi per sbarcare in Italia senza irritare la Lega

I 5 modi per sbarcare in Italia senza irritare la Lega

È finita la fase della responsabilità, il piano per il Recovery Plan è stato consegnato, correzione più, correzione meno, si può dunque tornare al rassicurante clima pre-covid dei porti chiusi, ecco 5 modi per sbarcare in Italia senza dare troppo nell’occhio.

Vademecum per un’immigrazione socialmente accettabile: 5 modi per sbarcare in Italia

Con le tensioni nel Governo scoppiate per la ripresa degli sbarchi in gran numero con l’arrivo delle prime giornate di sole quasi stivo, si torna a parlare degli immigrati, la panacea di tutti i problemi identitari per le italiche destre. Non c’è pace per la maggioranza dunque. Dopo la battaglia sul coprifuoco la Lega insiste sulle sue posizioni e torna a dividere i partiti che sostengono il governo.  

Matteo Salvini ha tirato fuori perle di questa portata: “Centinaia di clandestini sbarcati in poche ore, è inaccettabile. Oltre a controllare chi arriva in aereo dai Paesi a rischio, fra Covid e varianti, è doveroso anche bloccare barchini e barconi per rispetto degli Italiani, dei loro sacrifici, della loro salute, della loro sicurezza”. 

Il tanto atteso richiamo ai porti chiusi pronto ad essere rispolverato. Il prossimo motto sarà: contro la pandemia, viva l’autarchia.

In questo rinnovato clima di paura e inimicizia diffusa, benedetto dal Cuore Immacolato di Maria, per tutti coloro che si apprestano a tentare il viaggio della fortuna attraverso il Mediterraneo,  occorre un Vademecum per un’immigrazione socialmente accettabile, dunque suggeriamo 5 modi per sbarcare in Italia senza suscitare reazioni scomposte nella Lega e nel suo elettorato.

Fondi Lega arresti e inchieste il Carroccio di Salvini è un buco nero

I 5 modi per sbarcare in Italia

  1. Non portate cellulari. Non è necessario comunicare con parenti o amici. Siate soli e coerenti col vostro status di fuggitivi provati e impauriti.
  2. Cercate di pesare non oltre i 70 kg fino a 1 metro e 68 cm, e max 78 kg tra 1 metro e 68 cm e 1 metro e 78 cm. Sconsigliate altezze e pesi maggiori. Desterebbe troppa impressione vedervi sbarcare alti e atletici quando ci si aspetta che stiate deperendo.
  3. Se siete donne non vi truccate e non indossate bracciali o bigiotteria varia, non è consono a chi fugge dall’inferno. Siate dimesse e possibilmente repellenti.
  4. Non indossate magliette con marchi riconoscibili, meglio stracci o semi nudi direttamente. Restate umili, siete profughi!
  5. Se non avete ferite di guerra dimostrabili, certificati di persecuzione religiosa o per orientamento sessuale, venite già mangiati e con contratto di lavoro già prenotato, anche se eravate residenti in un villaggio di fango del Ciad, senza internet o reti telefoniche.

In definitiva, possibilmente, venite già morti.

Riprendono gli sbarchi e i tormentoni di Salvini ma l'immigrazione non si può fermare

 

Leggi anche

 

 


Alexandro Sabetti
Vice direttore di Kulturjam.it -> Ha scritto testi teatrali e collaborato con la RAI e diverse testate giornalistiche tra le quali Limes. Ha pubblicato "Il Soffione Boracifero" (2010), "Sofisticate Banalità" (Tempesta Editore, 2012), "Le Malebolge" (Tempesta Editore, 2014).

Ti potrebbe anche interessare

2 COMMENTS

Comments are closed.

Ultimi articoli