Quotidiano on-line ®

27.3 C
Rome
domenica, Agosto 14, 2022

Diario italiano: Gioia Tauro un hub europeo e mediterraneo di agroalimentare

L’overbooking di traffico nel Nord Europa fa aprire nuove prospettive e nei salotti buoni dell’economia c’è chi propone Gioia Tauro com hub mediterraneo di agroalimentare. Ma ci sono forti resistenze.

Gioia Tauro hub agroalimentare?

L’economista Marcello Minenna su Il sole 24 ore propone di fare del porto di Gioia Tauro un hub europeo e mediterraneo di agroalimentare.

La bilancia agroalimentare ha visto un surplus di 3.1 miliardi, anche quest’anno si assiste ad una forte crescita di export.

Contemporaneamente c’è stata la crescita di import di semilavorati agroalimentari nel bacino mediterraneo, che passano da Gioia Tauro. L’idea, sfruttando la Zes, con il Recovery Fund, è creare un assetto finanziario misto pubblico privato con certificazione verde, che possa servire l’intera Europa.

Si svilupperebbe l’area retroportuale con lavorazioni di semilavorati e in caso di successo si assisterebbe ad una crescita del porto del 25% e del 47% dei traffico ferro-gomme lungo la dorsale Reggio Calabria Salerno, con forte impatto occupazionale. Questo il quadro di Minenna.

Da parte mia sin dal 1997 sono dell’idea che Gioia Tauro, Taranto, Crotone, Brindisi, Salerno, Napoli debbano essere anche hub portuali industriali con attività di trasformazione merci che coprirebbe Mediterraneo e Ue, nei due assi Ue-Usa, Ue-Asia.

Ma ci sono forti resistenze non solo del Nord Europa, che si vedrebbero private una quota consistente di traffici ma anche i porti del nord Italia.

Diario italiano: Gioia Tauro un hub europeo e mediterraneo di agroalimentare

E’ il paradosso scritto nel libro Piano contro mercato. Qualcosa in verità muove, forse dovuto al fatto che vi è un overbooking di traffico nel Nord, sono stati stanziati 2.1 miliardi per i porti del Sud. Peccato per la mia città, Crotone: l’autorità portuale di Gioia Tauro, da cui dipende, prevede solo crocieristica e cantieristica.

In ogni caso lo stesso Minenna, nel suo editoriale di oggi, fa presente che occorre sviluppare i traffici lungo le dorsali tirreniche ed adriatiche. Vedremo nei prossimi….decenni, intanto la gente è disoccupata.

 

Leggi anche

Pasquale Cicalese
Pasquale Cicalese
Economista. Laureato in Scienze Politiche. È impiegato alla Regione Calabria. Autore di "Piano contro mercato. Per un salario sociale di classe" (L.A.D., 2020)

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli