Quotidiano on-line ®

22.8 C
Rome
domenica, Luglio 3, 2022

Cacciari contro Sallusti, furia in diretta: “Anche un analfabeta sa cos’è il Cremlino!”

A Otto e mezzo Massimo Cacciari contro Sallusti: “Una persona poco più che analfabeta dovrebbe conoscere la storia del Cremlino. Montecitorio non diventa un palazzo di merda perché c’è stato Mussolini! Parli lei! Non posso discutere!”

Cacciari contro Sallusti: “Poco più che analfabeta!”

Massimo Cacciari, non nuovo a questi exploit, è esploso a Otto e Mezzo: nel bel mezzo della trasmissione, il filosofo ha perso letteralmente le staffe con il direttore di Libero Alessandro Sallusti per la frase ”Cremlino palazzo di merda” utilizzata dal giornalista, che ne ha anche rivendicato orgogliosamente la paternità.

Sallusti ha continuato a sostenere che proprio al Cremlino siano state decise le più grandi tragedie della storia dell’umanità. Cacciari, visibilmente spazientito, ha sospirato a tal proposito: “Non posso fare la storia del Cremlino, abbia pazienza…”.

Poi, però, il filosofo ha perso la pazienza e ha alzato il tono della voce, anche con il conduttore Floris che cercava nel frattempo di intervenire:

“Cosa vuole che intenda?! Quello che dico! Immaginate voi! Una persona poco più che analfabeta dovrebbe sapere cos’è il Cremlino, lì c’è stata Caterina la Grande. C’è stato Stalin? Sì come a Berlino c’è stato Hitler e a Roma Mussolini, non per questo Palazzo Chigi diventa di merda!”.

Sallusti ha ripreso la parola insistendo che davanti a una guerra non si può pensare a esaltare l’architettura del palazzo di Vladimir Putin. Cacciari è andato su tutte le furie: “E allora parli lei! Per l’amor di Dio, cosa volete che discuta con Sallusti di cosa rappresenta la Russia!”.

 

Leggi anche

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli