19.7 C
Rome
lunedì 10 Maggio 2021
LifeStyleLady Stardust alias Marina Vitiello: una collezionista molto speciale

Lady Stardust alias Marina Vitiello: una collezionista molto speciale

Abbiamo incontrato Marina Vitiello, una collezionista di moda davvero speciale. E frugare nella sua collezione è un vero eden…

Marina Vitiello, una collezionista a Cagliari

Che cos’è lo stile? È forse vestire griffato dalla testa ai piedi con gli ultimi modelli presentati negli editoriali e negli ad delle più prestigiose riviste di moda? Ma non tutti possono permettersi i brand del lusso, quindi significa che chi è al verde non potrà mai avere stile?

Anche se il verde è uno dei colori trendy dell’estate che sta arrivando, direi anche azzeccato come colore vista la realtà che stiamo vivendo; molti di noi sono decisamente in trend: al verde.

È nel 2014 che ho avuto occasione di conoscere una delle persone più interessanti e stylish
dell’ambiente della moda. Una donna bella e affascinante e che, come il buon vino, che conosce quanto uno dei più raffinati sommelier, col passare del tempo, acquista non solo fascino, ma anche bellezza.

Quello che mi ha colpito immediatamente di Marina, è l’incredibile somiglianza all’immenso e unico David Bowie, e essendo io stessa una fanatica senza rimedio, non potevo non farglielo notare, scoprendo così che anche lei è una fanatica di Bowie e che io ora chiamo Lady Stardust.

Lady Stardust alias Marina Vitiello: una collezionista molto speciale

Credo che la passione per Bowie ci abbia legato tanto da diventare care amiche. Devo dire che, anche io, avendo vissuto per oltre venti anni a Londra e lavorato nel campo della moda, ho avuto a che fare con personaggi, famosi, potenti, belli e stilosi, ma mai avrei pensato di conoscere la più stilosa proprio a Cagliari.

La passione di Marina Vitiello per la moda è iniziata a quindici anni, già ragazza ribelle, non apprezzava, come per esempio sua sorella, che la mamma decidesse sul suo abbigliamento, lei già aveva i suoi stilisti preferiti.

All’epoca aveva scoperto in un negozio indipendente, marchi come Romeo Gigli, Krizia,
Chantal Thomass e altri, e da li scopre la passione per la moda e decide che quello diventerà il suo futuro. A diciassette anni decide di lasciare l’isola di San Pietro, Carloforte, si trasferisce a Cagliari dove inizia a lavorare nei bar trendy della città, nei club, spesso vestita dalle boutiques cagliaritane.

Queste esperienze la portano ad iniziare a pianificare di lasciare la Sardegna e cercare nuove opportunità, tanto che poi si trasferirà a Londra. E da Cagliari ha inizio la meravigliosa collezione di abbigliamento, accessori, ma anche pezzi di interior design e vari interessanti gadgets.

Lady Stardust alias Marina Vitiello: una collezionista molto speciale

Tutti questi acquisti sono sempre stati trattati con grande cura tanto che sono portabili anche dopo decine d’anni, soprattutto perché Marina ha sempre mantenuto la stessa taglia e per questo può creare dei look mixando pezzi delle ultime collezioni insieme a qualcosa di acquistato vent’anni prima.

I pezzi più interessanti inizia a collezionarli una volta trasferitasi a Londra, dove lavorerà prima per la nota boutique multibrand di Joseph, diventando poi la sua assistente nel buying degli accessori. Poi cambierà azienda e inizierà a lavorare per Versace dove avrà modo di creare look pazzeschi a clienti internazionali, soprattutto artisti nell’ambito della musica e del cinema del calibro, tra gli altri, di Madonna, Naomi Campbell, Rihanna,
Adrien Brody, Halle Berry, Gwyneth Paltrow, Asia Argento, e addirittura el pibe d’oro, Diego Armando Maradona. Ha anche l’occasione di incontrare e lavorare con la stessa Donatella Versace, che sarà di grande ispirazione sia nella vita professionale, che in quella privata.

Lady Stardust alias Marina Vitiello: una collezionista molto speciale

Lavorare in questo ambiente permette di potere acquistare dei pezzi meravigliosi e anche alquanto unici a prezzi speciali, e per una appassionata di collezionismo come Marina è l’eden sulla terra. Nel periodo passato da Versace a Londra, Marina ha acquistato dei pezzi davvero interessanti, tra i quali il biker di pelle con i bottoni Medusa in oro, la borsa di pelle nera, quella iconica Medusa, di pelle bianca e bottoni in oro, la classica camicia stampa Tribute Gianni Versace e tanti gioielli e accessori.

Alcuni di questi pezzi li indosserà nel servizio fotografico che ho organizzato, lavorando insieme a lei nel creare sei look diversi che la rappresentano e che, nonostante molti dei capi siano di diversi anni fa, sono indossati con carattere e personalità, quindi mai fuori moda.

Lady Stardust alias Marina Vitiello: una collezionista molto speciale

È infatti importante vestire i capi che sentiamo nostri, che ci fanno sentire a nostro agio, che rispecchiano la nostra personalità. In fondo hanno poca importanza le stagioni o i marchi, se ciò che indossiamo ci rende sicuri e felici. Maggiormente importante, di questi tempi è abituarci al riutilizzo dei capi che magari stanno appesi nell’armadio da anni, dei quali magari ci siamo proprio dimenticati di avere, e che pensiamo di acquistare nuovamente.

Il recycling e upcyling sono il futuro anche per combattere l’inquinamento che la filiera della moda, soprattutto quando si tratta di fast fashion, sta causando nel nostro pianeta. Essere consapevoli e cercare di fare del nostro meglio per la terra che ci ospita, non potrà fare altro che renderci più belli e affascinanti. Anche questo è stile!

Lady Stardust alias Marina Vitiello: una collezionista molto speciale

Tornando alla nostra Marina, nel 2008 rientra nell’isola, dove abita con i suoi amatissimi mici Goldie e Dado. Inizia a lavorare all’interno del Forte Village Resort come direttrice retail. Nella galleria chiamata Griffe, compaiono concept stores e marchi di altissimo livello, come Modes, Bunello Cucinelli e da questa estate anche Louis Vuitton. Un luogo molto esclusivo, con tutte le collezioni più desiderabili a disposizione, che non ha nulla da invidiare alle boutiques più belle del mondo.

Una continua tentazione per Marina, che non smette di aggiungere pezzi interessanti alla sua immensa collezione, che si divide tra la casa in cui risiede, e la casa di famiglia a Carloforte. Ma lo stile di Marina non è composto solo da pezzi griffati, infatti lei mixa firme con pezzi acquistati nei mercatini, piuttosto che da Zara, Bershka, Top Shop, online, senza badare tanto al prezzo, perché lo stile non si applica al valore di quello che hai addosso, ma a come porti anche solo un sarong in spiaggia.

Non esiste stile senza personalità, neanche se hai addosso gli abiti più esclusivi del mondo.

Il servizio fotografico è a cura di Cris Loy Stylist, gli scatti sono di Vinicio Cannas e gli abiti sono tutti di Marina Vitiello.

previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
previous arrownext arrow

Shadow
Slider

[themoneytizer id=”68124-28″]



[themoneytizer id="68124-16"]
Cris Loi Stylist
Cris Loi Stylist
personal styling & image consultant wardrobe consultation bespoke strategies for retail growth product development buyer & visual merchandiser

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli