23 C
Rome
venerdì 30 Luglio 2021
SportCalcioRoma-Inter 2-2, il Pagellone di Lobanovsky

Roma-Inter 2-2, il Pagellone di Lobanovsky

Hakimi fa, Conte disfa, Fonseca ringrazia. Pareggio spettacolare all’Olimpico ma che non serve a nessuno: nerazzurri scivolano a -3 dal Milan. Roma-Inter 2-2, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Roma-Inter 2-2, il Pagellone

Roma-Inter 2-2  (Pellegrini 17′, Skriniar 56′, Hakimi 63′, Mancini 87′)

 

Pau Lopez 7 compie due miracoli su Lukaku e Martinez. Con la palla al piede sembra il centrocampista tipo che piace a Conte.

Mancini 6.5 va in sofferenza con Martinez ma trova un gran goal per il pareggio.

Ibanez 6 pomeriggio complicato contro Lukaku e Martinez. Limita i danni.

Smalling 6 ingaggia un bel duello con Lukaku. Quando lo perde ci pensa Pau Lopez.

Karsdorp 6 poco propositivo. Va in crisi con l’ingresso di Young che spinge più di Darmian.

Villar 6 meno brillante del solito. Ha il merito del pallone del pareggio a Mancini.

Veretout 6 recupera il pallone a Barella, con un intervento a limite, e la Roma pareggia. Impegna Handanovic con un tiro da fuori. Si perde Skriniar nel goal del pareggio.

Spinazzola 5.5 bel duello per l’ex interista con Hakimi. Duello che perde alla distanza.

Pellegrini 6.5 tenta la fortuna con un tiro da fuori e la fortuna aiuta gli audaci. Da sempre l’impressione di essere pericoloso.

Mkhitaryan 6 serve a Pellegrini il pallone per il vantaggio. Fa valere il fisico ma è meno lucido del solito. Sbilanciato si divora il goal 2-2.

Dzeko 5 non trova mai la porta. Un po’ Mister Magoo.

Bruno Peres dal 73′ 6 si muove bene sulla fascia.

Cristante dall’80’ 6 tenta di trovare il pareggio.

Mayoral dall’89’ s.v.

Fonseca 6

La squadra parte bene e nel primo tempo chiude in vantaggio. Nel secondo subisce il ritorno dell’Inter e viene rimontato. Trova il pareggio non tanto per i suoi cambi ma per quelli di Conte.

Roma-Inter 2-2, il Pagellone di Lobanovsky

Inter

Handanovic 6.5 si fa sorprendere sul vantaggio giallorosso ma il tiro di Pellegrini viene deviato quel tanto da ingannare la traiettoria. Decisivo su Veretout qualche minuto dopo e nel finale su Mancini, Cristante e Karsdorp.

Skriniar 6.5 controlla bene la sua zona di competenza e si deve guardare da Mkhitaryan e la sua velocità. Incorna con prepotenza il goal del pareggio.

De Vrij 6.5 bel duello Dzeko che viene fermato con anticipi e qualche tacchettata.

Bastoni 5.5 non perfetto nel controllo di Pellegrini. Ne sporca il tiro, inganna Handanovic e l’Inter va sotto. Perde qualche pallone pericoloso. Non manca mai l’impegno.

Hakimi 7 quando prende palla ed attacca gli spazi è devastante come la cavalleria berbera a Zama. Mette il pallone dove non arriverebbe neppure Superciuk dopo una sbronza di barolo. Sono 6 goal e l’impressione che il bello debba ancora venire.

Barella 6.5 lotta sempre a testa alta e comanda il pressing contro i giocatori giallorossi. Il vantaggio romanista nasce da un suo pallone perso con un interventi di Veretout al limite.

Brozovic 6.5 macina chilometri coprendo ogni zona del campo. Va in pressing in fase di non possesso e comanda il gioco in fase di possesso. Nel secondo tempo tira pericolosamente ma la sua conclusione viene deviato. Dal suo corner l’Inter pareggia.

Vidal 5.5 meglio in fase di rottura che di impostazione. Il liscio del potenziale 3-1 è la fotografia del suo momento.

Darmian 6 deve controllare Karsdorp che ogni tanto svincola dal suo controllo. Esce per infortunio.

Lukaku 6.5 impegna in una paratona Pau Lopez. Gioca di fisico mettendo spesso in difficoltà gli avversari e serve un pallone a Martinez che riesce a colpire il portiere in corsa. È un pericolo costante per la difesa giallorosso.

Martinez 6.5 è spumeggiante nella manovra e sfiora il goal in un paio di occasioni. Da stabilire se, nel secondo tempo, sbaglia lui o fa un miracolo il portiere. Un errore sostituirlo.

Young dal 34′ 6.5 spinge molto sulla fascia mancina e serve palloni interessanti a Martinez e Lukaku.

Perisic dal 77′ s.v. il problema è chi l’ha messo in campo.

Gagliardini dall’82’ s.v.

Kolarov dall’82’ s.v.

Marotta 10 non stava dormendo stava pensando.

Conte 5.5

A parte il solito goal preso, ormai una certezza della giornata pallonara, ha il merito di caricare la squadra e di ribaltare il risultato. Dopo viene colto dalla “sindrome del braccino corto” e fa dei cambi senza senso. La squadra si abbassa, la Roma prende coraggio e pareggia e 3 minuti dalla fine. Altri due punti buttati via.

 


Roma-Inter 2-2, il Pagellone

Milan-Torino 2-0, il Pagellone

 

[wp_ad_camp_3]

 

[wp_ad_camp_5]

 


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

1 COMMENT

Comments are closed.

Ultimi articoli