Napoli-Genoa, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky

Bella prestazione della formazione di Gattuso che travolge il Grifone al San Paolo 6-0. Napoli-Genoa, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky  con i suoi migliori e peggiori visti in campo.

il colonnello lobanovsky: pagellone della serie a
Il colonnello Valerij Lobanovs’kyj

Napoli-Genoa, il Pagellone

Napoli-Genoa 6-0 (Lozano 10′ e 65′, Zielinski 46′, Mertens 57′, Elmas 69′, Politano 72′)

Napoli

Meret s.v. Poteva mangiare una tonnellata di Babà per ingannare il tempo

Di Lorenzo 6.5 è protagonista in due dei sei goal segnati. Contiene senza faticare l’avversario Pellegrini

Manolas 6.5 gioca solo un tempo a causa di un risentimento muscolare. Nel tempo giocato se la cava alla grande. Da rivedere in partite più impegnative.

Koulibaly 6.5 il DS Giuntoli ha detto che probabilmente rimarrà. Ovvio se continuano a chiedere 70 milioni chi vuoi che se lo prenda? Stasera fa una buona partita, autoritaria ed attenta. Contro nessuno.

Hysay 7 dopo quella di Parma altra buona prestazione. In difesa è solido ed attento ed in attacco spinge creando occasioni. Ad esempio l’assist per la rete di Elmas.

Fabian Ruiz 6 si piazza davanti alla difesa e non passa nessuno. In realtà manco ci provano a passare. Da rivedere.

Zielinski 7 tecnica e dinamicità. Il tutto a grande velocità mettendo in difficoltà gli avversari. Nel secondo tempo segna, fa segnare è praticamente perfetto.

Lozano 8 lo scorso anno sembrava la parodia di Pancho Villa. Ci mancava solo che lo trovassero in via Toledo a ingozzarsi di fagioli. Ora è rinato. Segna due goal e sfodera una prestazione di altissimo livello. Praticamente un nuovo acquisto.

Mertens 7.5 lui è una conferma. Domina il gioco segna, fa gli assist e cuce il gioco tra i reparti. E’ il massimo goleador della storia dei partenopei.

Insigne s.v. Dura solo 22 minuti la sua partita. Esce per infortunio.

Osimhen 7 gli manca solo il goal. La prestazione è di alto livello. Si sacrifica, lotta su ogni pallone e di tacco smarca Zielinski per il goal del 2-0. Per il momento vale (quasi) il prezzo del cartellino.

Elmas dal 22′ 7 punta l’uomo e lo salta sistematicamente. Segna un grandissimo goal con un dribbling stretto e rasoiata di destro

Maksimovic (dal 46′) 6 di stima perchè in realtà non ha niente da fare

Politano (dal 66′) 6.5 trova il goal di sinistro dopo una bella giocata. Stasera c’era gloria per tutti.

Lobotka (dal 66′) 6 tanto per dargli un voto

Ghoulam (dal 73′) 6 come sopra.

Gattuso 8

lo scorso anno il Cagliari di Maran aveva avuto la meglio contro il Napoli. Quest’anno Gattuso stravince la partita dal punto di vista tattico con una manovra verticale e veloce. La tecnica dei suoi giocatori fa il resto. Sono 6 punti con 8 goal fatti e nessuno subito.

Genoa

Marchetti 3.5 non giocava da due anni e si vede. Sul primo goal finisce in porta con il pallone. Negli altri goal o non si tuffa oppure si tutta in ritardo. Uno così non può fare il vice. Deve smettere di giocare. E’ una garanzia solo per gli avversari.

Goldaniga 4 viene saltato in tutti i modi, non riesce a fermare nessun avversario. I giocatori del Napoli non sono quelli del Crotone e la partita si trasforma presto in un incubo. Per i tifosi del Genoa.

Masiello 4.5 si fa trascinare nella disastrosa partita di tutta la squadra. Se neppure con la sue esperienza riesce ad essere utile alla causa per quale motivo gioca?

Biraschi 4 doveva fermare Lozano. Missione fallita.

Zappacosta 4.5 lui invece viene annientato da Hysaj.

Lerager 4 gioca una partita agghiacciante. Fa due errori clamorosi che spianano il Napoli verso la vittoria. Concentrato come Flavia Vento quando le chiedono come si chiama si muove come se fosse reduce dalla Lumacata di Fabbriche. Ha l’occasione del pareggio nel primo tempo e invece di tirare sviene.

Badelj 6 uno dei pochi che si salva nella squadra rossoblu. Cerca di combinare qualcosa e comunque non fa errori clamorosi che sono un invito a nozze per i partenopei.

Zajc 5 primo tempo anonimo secondo disastroso. Il 5 è di stima per non stroncarlo subito.

Pellegrini 4 si perde Lozano che segna il primo goal. Nel resto della partita si fa travolgere da Di Lorenzo e Hysai. Imbarazzante

Pjaca 6 è l’unico che semina il panico nella difesa azzurra. E quasi pareggia il Genoa. Un solo lampo ma almeno ha dato segni di vita. Al contrario dei compagni.

Destro 4 è tornato quello di sempre. Un attaccante di ruolo che segna come un portiere di riserva. Pensare di salvarsi con uno così in attacco è utopistico.

Ghiglione dal 55′ 5 entra per tamponare sulle fasce. Fa la fine della 6° Armata di Paulus a Stalingrado.

Pandev dal 55′ 5 si cala nella parte e regala a Lozano la palla per la sua doppietta personale. Generoso. Con Lozano.

Behrami dak 64′ 5 non riesce manco a mettere la sua solita cattiveria da bettola di Caracas.

Melegoni dal 70′ s.v.

Radovanovic dal 70′ s.v. Gioca ancora nel Genoa?

Maran 4

dopo un risultato del genere è difficile ripartire ma anche spiegare cosa è successo. Nel primo tempo la squadra, almeno nel punteggio, poteva essere in partita. Nel secondo sono entrati 11 ectoplasmi che si muovevano come se facessero le vasche in via XX settembre. Il Crotone ha sicuramente ingigantito la prestazione del Genoa ma non puoi neppure andare a Napoli e farti prendere a pallonate in questo modo.

 

Napoli-Genoa, il Pagellone dl Colonnello Lobanovsky e le altre rubriche

Napoli-Genoa, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky 

 

Enrico Zerbo

About Enrico Zerbo

Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.
View all posts by Enrico Zerbo →