15.1 C
Rome
domenica 28 Febbraio 2021
Sport Calcio Milan-Inter 0-3, fuga nerazzurra: il Pagellone di Lobanovsky
Condividi sui social

Milan-Inter 0-3, fuga nerazzurra: il Pagellone di Lobanovsky

Condividi sui social

La squadra di Conte stravince il 174° derby della Madonnina e vola a +4 in classifica. Doppietta di Lautaro e gran gol di Lukaku, strepitoso Perisic. Pioli al secondo ko di fila, deve cominciare a guardarsi alle spalle. Milan-Inter 0-3, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

Milan-Inter 0-3, il Pagellone

Milan-Inter 0-3 (Martinez 5’ e 57′, Lukaku 66′)

Donnarumma 6 prende tre goal ma è anche decisivo nell’evitare il raddoppio interista nel primo tempo.

Calabria 4.5 praticamente non vede palla e Perisic fa quello che vuole. Può sempre consolarsi ripensando al suo momento far play dell’andata. Potrebbe essere l’unico per molto tempo.

Kjaer 4.5 Lautaro lo fa impazzire per tutta la partita. Quando ci mette una pezza l’argentino segna lo stesso.

Romagnoli 5 divertente quando cerca di fermare Lukaku nell’azione del terzo goal. Talmente divertente che non prende il 4 che meriterebbe.

Hernandez 5.5 travolto da Hakimi rischia di segnare nel primo tempo. Ovviamente sbaglia.

Kessie 5 in balia del centrocampo avversario ci capisce ben poco. Impreciso e senza idee.

Tonali 6 rischia di segnare il goal del pareggio. Il meno peggio dei suoi compagni di reparto.

Saelemaekers 5 in fase di spinta dura circa 3 minuti. Secondo una studio di qualche Università americana il rapporto perfetto.

Calhanoglu 5 se non gira lui non gira il Milan. Per dire come sono messi.

Rebic 5.5 si impegna ma poco pericoloso.

Ibrahimovic 6 il simpatico svedese ci prova ma trova super Samir. Non riesce a trascinare la squadra e quando lo inquadrano applaude sempre. Anche quando segnano gli interisti. Andrà meglio a Sanremo. Il suo vero obiettivo stagionale.

Meitè dal 67′ 5.5 che possa invertire la rotta è un pensiero lunare. Entra e se hai poche speranze non ci sono manco più quelle.

Leao dal 67′ 5 può andare anche lui a Sanremo. Almeno ha fatto un disco.

Castillejo dal 75′ 5 inesistente.

Pioli 5

Mica la fa lui la formazione. Comunque in difesa la sua squadra perde tutti i duelli. Il centrocampo corre a vuoto ed il Milan crea pericoli solo in 3 minuti. E pure senza rigore. Un po’ poco per vincere un derby. Deve stare attento a non mettere a rischio anche il quarto posto.

Milan-Inter 0-3, fuga nerazzurra il Pagellone di Lobanovsky

Internazionale

Handanovic 8.5 in 3 minuti ha chiuso la porta interista a Ibrahimovic due volte e Tonali una volta. La vittoria interista ha anche la sua firma, Decisivo per tenere i nerazzurri avanti.

Skriniar 7 è l’unico Milan che vince il derby. Dalle sue parti non si passa. Tenta, con la sua corsa da dromedario, a far ripartire l’azione. È pericoloso di testa a fine primo tempo.

De Vrij 7 fa quasi il regista arretrato. Sempre attento a chiudere gli spazi si erge a difesa del fortino interista. In realtà si fa anticipare da Ibrahimovic ma era tutto calcolato per far fare una bella parata ad Handanovic.

Bastoni 6.5 sbaglia poco, a parte un colpo di testa che diventa un assist ad Hernandez.

Hakimi 7 stravince il duello sulla fascia. Rimbalza Hernandez nel primo tempo. Fa partire l’azione del raddoppio interista.

Barella 7.5 anche se gli avversari sono fisicamente più grossi le prende tutte lui. Non molla mai, rompe il gioco e fa ripartire l’azione. Immenso.

Brozovic 7 fa il lavoro sporco ma utilissimo nell’orchestra interista.

Eriksen 7.5 è decisivo nel raddoppio interista. Basta ed avanza. Ha ucciso la partita.

Perisic 8 non esiste più il Perisic lunatico e costante nel giocatore partite imbarazzanti. Ora è un giocatore a tutta fascia che difende ed è pericoloso in attacco. Decisivo nel secondo e terzo goal.

Lukaku 8 quando vede il Milan prende la mira e segna, sono 5 goal in 5 derby. Fa l’assist a Martinez per il primo goal ed il terzo goal è un coast to coast da videogioco.

Martinez 8.5 segna due goal ed avrà recuperato 30 palloni. Non ha mollato un secondo. Ha ucciso il derby.

Gagliardini dal 78′ 6 si mette in mezzo e trebbia tutto quello che passa.

Darmian dal 78′ 6 si è preso la rivincita contro chi gli ha rovinato l’adolescenza.

Sanchez dal 79′ s.v.

Young dall’83’ s.v. messo in campo altrimenti era troppo facile.

Vidal dall’86’ s.v.

Conte 8

Si presenta al derby con una squadra che lotta compatta per portare a casa la vittoria. Dopo tante critiche gli riconosciamo il lavoro di crescita svolto. Ha messo la freccia per la prima vera fuga stagionale. La sua stella nello stadio bianconero è decisamente a rischio. Metteranno quella di De Santis.

Ciclone Lukaku Inter-Lazio 3-1, il Pagellone di Lobanovsky


SERIE A, 23ª GIORNATA

  • Sassuolo-Bologna   1-1
  • Genoa-Verona        2-2
  • Lazio-Sampdoria    1-0
  • Cagliari-Torino        0-1
  • Fiorentina-Spezia    3-0
  • Parma-Udinese       2-2
  • Atalanta-Napoli       4-2
  • Benevento-Roma    0-0
  • Juventus-Crotone   3-0
  • Milan-Inter             0-3

 

 

Condividi sui social


Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli

Condividi sui social