23 C
Rome
venerdì 30 Luglio 2021
SportLazio-Juventus, il Pagellone del colonnello Lobanovsky

Lazio-Juventus, il Pagellone del colonnello Lobanovsky

[wp_ad_camp_1]

 

Ancora lui: Caicedo risponde a Ronaldo. Dybala dannoso. Lazio-Juventus, il Pagellone del colonnello Lobanovsky

il colonnello lobanovsky: pagellone della serie a
Il colonnello Valerij Lobanovs’kyj

Lazio-Juventus, il Pagellone

Lazio vs Juventus 1-1  (Ronaldo 15′, Caisedo 95′)

Reina 6.5 si fa sorprendere sul cross di Cuadrado. Ronaldo è reattivo e segna lui lo è meno e prende goal. Para una punizione del portoghese non particolarmente impegnativa. Si guadagna la pagnotta

Luiz Felipe 6.5 molto bravo a salvare su Ronaldo nelle ripresa con un intervento in scivolata calcio anni 70. Trugno come un borgataro che si rispetti non molla mai.

Acerbi 6 finisce a sinistra come contro l’Inter ma non è altrettanto efficace.

Radu 5.5 assente da oltre un mese non poteva essere in condizione. Infatti fa una partita a strappi e si salva di mestiere e per la benevolenza dell’arbitro. Inoltre il goal bianconero viene dalla sua zona.

Marusic 6 duella con Cuadrado senza cedere un centimetro. Gli capita anche l’occasione ma la deposita tra le braccia del portiere juventino.

Milinkovic Savic 7 è sempre pericoloso e la sua presenza si nota ed è fonte di preoccupazione per gli avversari. Smarca bene un compagno peccato che fosse Muriqi.

Cataldi 5.5 partita complicata per il canterano laziale. Spesso in difficoltà infatti si prende un giallo perchè non poteva fare altro.

Luis Alberto 6.5 giocatore di qualità che tocca molti palloni. I compagni non lo aiutano sembrano spesso imbalsati come dei nani da giardino. Come se non bastasse dovrebbe innescare la punta. Peccato che non ci fosse Immobile.

Fares 5 molle. Cuadrado sembra un TGV lui un trenino Lima. Infatti rimane al palo e Cuadrado fa quello che vuole e nasce il vantaggio bianconero. Cross quasi tutti finiti dalle parti di Tor Pignattara.

Correa 7 non brilla fino al goal in cui scarta e si libera di almeno 4 avversari e manda in goal Caicedo. Fa pure un tunnel a Demiral.

Muriqi 5 si impegna ma è sempre in ritardo oppure si muove male. Sembra in campo per caso. E’ inspiegabile il suo impiego dal primo minuto.

Caicedo dal 54′ 7.5 sbaglia degli appoggi che manco nel Campionato Vaticano. Ma in pieno recupero si trasforma e fa un goal da attaccante di razza. Non essendo la prima volta, e segnando spesso goal pesanti, forse sarebbe il caso di garantirgli un minutaggio diverso.

Lazio-Juventus, il Pagellone del colonnello Lobanovsky

Hoedt dal 54′ 6 entra e fa la sua onesta figura senza sbagliare nulla.

Lazzari dal 54′ 6 entra e spinge di più di Fares.

Pereira dal  77′ 5.5 un peperino che sbaglia tutti cross.

Akpa Akpro dal 77′ 6 entra e dopo 30 secondi prende un giallo. Ha un nome che è impossible sposare a qualunque coro. Se non in aramaico stretto.

Inzaghi 7

Più forte di ogni sventura e di un Presidente che è la peggior sventura che ti possa capitare. La squadra ha carattere si batte con coraggio e con la Lazio la partita non finisce mai. E’ l’ennesimo recupero all’ultimo secondo.

Juventus

Il maestro Pirlo tentenna: occorre tempo per le sinfonie
Szczesny 6 niente di particolare. Una parata su colpo di testa di Marusic che avrebbe parato anche Buffon, forse. Sul goal non ha colpe.

Cuadrado 6.5 buona partita. E’ solo timido su Correa e da li nasce il goal laziale.

Demiral 6 anche lui su Correa fa la figura del pupazzo. Per il resto partita attenta. Non ha caviglie sulla coscienza.

Bonucci 5.5 “Come dovevo fermare Caicedo?” chiede nel dopo partita. Come fa di solito. Trebbiandolo tanto mica fischiano.

Danilo 7 gioca bene solo con Pirlo. Neppure Guardiola c’era riuscito. Questo spiega il talento mostruoso di Pirlo.

Kulusevski 7 bellissima prestazione con le sue cavalcate da Furia Cavallo del West. In certe occasioni immarcabile.

Bentancur 5 prende un giallo che lo condiziona, Succede quando non ci sei abituato. Per cui, anche lui, su Correa è timido come la talpa Enrico con la giovane passera Silvietta.

Rabiot 6.5 bello scontro con Milinkovic Savic. Lo salva la sua fisicità tecnicamente è un giocatore normale. Pirlo è riuscito a dargli consegne precise ed a fargliele capire.

Frabotta 6 il coniglio nel cilindro di Pirlo. Lo tira e fuori e sostanzialmente non succede nulla. Non sbaglia ma non da neppure un motivo per vederlo in campo.

Ronaldo 7 segna e cerca la doppietta. L’anima della squadra oltre ad essere il più forte in assoluto. Esce per infortunio.

Lazio-Juventus, il Pagellone del colonnello Lobanovsky

Morata 6.5 non segna ma la sua partita è generosa ed al servizio della squadra. Non ha problemi a fare il gregario.

McKennie dal 76′ s.v. per essere un crack gioca meno di Frabotta.

Dybala dal 76′ 5 perde palla e la Lazio pareggia. Letale.

Bernardeschi dall’88 s.v. non riesce a fare danni.

Pirlo 10

Il voto che ha preso dalle mamme di Frabotta e Rabiot. Ma dove lo trovano un altro che li fa giocare? Il destino è già scritto ma sono altri due punti persi.

 

[wp_ad_camp_3]

[wp_ad_camp_5]

Lazio-Juventus, il Pagellone.  Ferencvaros, ipoteca Champions


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli