1.6 C
Rome
lunedì 8 Marzo 2021
Sport Supercoppa, Juventus-Napoli 2-0, il Pagellone di Lobanovsky

Supercoppa, Juventus-Napoli 2-0, il Pagellone di Lobanovsky

Gara disordinata al Mapei Stadium per la finale di Supercoppa tra due squadre confusionarie. Szczesny saracinesca e il gol di Ronaldo indirizzano la vittoria verso i bianconeri contro la squadra di Gattuso che sbaglia anche un rigore con Insigne. Juventus-Napoli 2-0, il Pagellone di Lobanovsky

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

 

 Juventus-Napoli 2-0, il Pagellone

Juventus-Napoli 2-0 (Ronaldo 64′, Morata 90’+5’)

 

Szczesny 8 tiene in vita la “Vecchia Signora”. Nel primo tempo salva su Lozano. Nel secondo ipnotizza Insigne sul calcio di rigore come faceva il mago Gabriel con le galline del circolo Arci di Bussoleno. Nel finale è decisivo sul tentativo di autorete bianconero.

Cuadrado 7 la sosta forzata non gli ha tolto energia. Corre per tutta la partita con giocate interessanti. Regala anche l’assist per il raddoppio di Morata. Quando manca si sente.

Bonucci 6.5 più sicuro rispetto a domenica passa una serata relativamente tranquilla. Cerca di imitare Bastoni nei lanci ma la classe non si improvvisa. È come la simpatia o ce l’hai o non ce l hai.

Chiellini 6.5 se non ci arriva fa sentire i tacchetti tanto non gli fischiano tutto. Non si fa remore a buttare il pallone nella ionosfera per bloccare gli attacchi partenopei.

Danilo 5.5 quando Lozano spinge va in crisi. Si salva con mestiere.

McKennie 6.5 prende a calcio i palloni ed anche Mertens in area. Deve migliorare nella misura delle giocate.

Arthur 6.5 rispetto a Rabiot non ha due cassette della frutta al posto dei piedi. Da qui a dire che riesca a fare diga cene vuole ma almeno ha un paio di idee e riesce a passare il pallone ai compagni di squadra.

Bentancur 6 più tranquillo con Arthur al suo fianco offre una prestazione senza sbavature.

Chiesa 5 primo tempo anonimo viene facilmente controllato dagli avversari. Corre con la testa rigorosamente bassa manco fosse ad un torneo in spiaggia a Fregene.

Kulusevski 6.5 al contrario di Chiesa tiene la testa alta e quando punta la porta qualche timore agli avversari viene. Gioca con personalità nonostante la giovane età.

Ronaldo 7 fino al goal sembrava la partita di Milano. Un rimpallo, una discreta dose di lato b gli fanno sbloccare la partita e si sblocca pure lui.

Bernardeschi dal 46′ 5.5 rischia di entrare e segnare ma la sua partita è anche una sequela di amnesie manco fosse la Meloni sulla legge Fornero. Nel finale si perde Politano.

Rabiot dall’83 s.v. per lui un gran voto.

Morata dall’83 6.5 entra e segna il goal che spegne ogni speranza per i napoletani.

Pirlo 6.5

Parliamoci chiaro se non fosse stato per Szczesny, ed Insigne, difficilmente avrebbe portato a casa la Coppa. La sua Juventus è migliore di quella di Milano, non che si volesse molto, ma la strada da fare è ancora molto lunga. Per aver iniziato l’altro ieri ad allenare ha vinto più di Giampaolo, che è quasi coetaneo di Bersellini.

 

 juventus-napoli__il_pagellone

Napoli

Ospina 6 non ha colpe sulle reti e non è costretto a fare parate miracolose.

Di Lorenzo 6 spinge sulla fascia ed in fase difensiva è sempre attento.

Koulibaly 6 nel primo tempo non sbaglia nulla. Nella ripresa ha qualche problema in più perché gli avversari alzano il baricentro. Se la cava comunque bene.

Manolas 5 va spesso in confusione ed è protagonista in negativo sul vantaggio bianconero.

Mario Rui 5 soffre molto Cuadrado e non riesce ad essere propositivo in fase di attacco.

Demme 6.5 prezioso nella manovra azzurra. Dai suoi piedi nasce la prima occasione da goal.

Bakayoko 5 imbalsamato in mezzo al campo. Non ha idee e da un suo errore la Juventus segna.

Lozano 6.5 ci prova sempre e solo un miracolo di Szczesny gli toglie la gioia del goal al minuto 28.

Zielinski 5 si accende un paio si volte. Sembra il cugino scarso di quello visto contro la Fiorentina.

Insigne 4.5 qualcuno vorrebbe dargli il numero di Maradona, non è il caso visto che ha i piedi di Francesco Romano. Tira un rigore che manco Sanchez, che almeno inquadra la porta. È il quarto rigore sbagliato e di questi tre contro la Juventus. Un predestinato.

Petagna 5.5 lavoro sporco ma poco utile. I difensori bianconeri non gli concedono manco un centimetro.

Elmas dal 67′ 5.5 entra e non cambia nulla.

Mertens dal 72′ 6.5 si procura il rigore per possibile pareggio. Che Insigne sbaglia.

Politano dall’84’ s.v. entra con il piglio giusto forse andava impiegato prima.

Llorente dall’85’ s.v.

Gattuso 6

Qualche suo giocatore lo tradisce ma è anche vero che il Napoli viene fermato da un grande Szczesny. Se fossero andati in vantaggio racconteremo un’altra storia.

 

 

 



Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli