Quotidiano on-line ®

28.2 C
Rome
venerdì, Luglio 1, 2022

Coppa Italia, Juventus-Inter 0-0, il Pagellone di Lobanovsky

Finisce senza gol e con pochi squilli in campo, i nerazzurri non riescono a ribaltare la sconfitta dell’andata e sbattono contro il muro alzato da Pirlo. Bianconeri in finale di Coppa Italia. Succede di tutto invece al termine del match: volano insulti tra Conte e Agnelli. Juventus-Inter 0-0, il Pagellone del colonnello Lobanovsky.

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

 

Juventus-Inter 0-0, il Pagellone

Buffon 6 dalle sue parti i giocatori avversari si fanno vedere spesso ma i tiri sono sempre ribattuti dai suoi compagni. Non deve mai fare parate e mettere alla prova i suoi riflessi esperti.

Danilo 6.5 partita solida da esperto veterano. È il fedelissimo di Pirlo.

Demiral 7 Human target sui tentativi di tiro dei nerazzurri. Chiude ogni falla nella difesa bianconera è sempre al posto giusto nel momento giusto.

De Ligt 7 duella molto bene con Lukaku e ne spegne ogni velleità offensiva.

Alex Sandro 6 fatica molto a contenere Hakimi. Prende un giallo e per poco non provoca un rigore. Visto il risultato finale se la cava.

Cuadrado 6 meglio nel secondo tempo che nel primo. Nella prima frazione passa un venti minuti senza capirci molto. Per sua fortuna i nerazzurri sono molto fumo e poco arrosto.

Bentancur 6 luci ed ombre. A tratti si muove bene ma perde anche palloni velenosi che nessuno riesce a sfruttare a dovere.

Rabiot 5.5 se non fosse per il fisico sarebbe di una mediocrità imbarazzante. Un ingaggio da top player e prestazioni da mestierante.

Bernardeschi 5 nullo sia in copertura che in fase offensiva.

Kulusevski 4.5 ci si accorge di lui quando viene sostituito al minuto 87. Si sta rivelando una “sola” cosmica arrivata da Parma via Bergamo.

Ronaldo 7 in attacco gioca da solo con Kulusevski non pervenuto. Ci prova almeno 3 volte a superare Handanovic ma trova la saracinesca chiusa.

McKennie dal 62′ 6.5 entra e si guadagna la pagnotta. Raramente tradisce le attese.

Chiellini dall’82’ s.v.

Chiesa dall’87’ s.v.

Pirlo 6.5

Porta a casa la finale. Per buona parte del primo tempo i suoi vengono schiacciati dal forcing interista. Ha due fortune: la prima è l’Inter per fare un goal deve sbagliare una decina, ieri solo tiri ribattuti, la seconda è Cristiano Ronaldo che fa reparto da solo e si è reso pericoloso più volte praticamente senza l’appoggio dei compagni. Per fortuna non si parla più di Pirlolandia.

Bonucci 3 ma anche zero. Il suo comportamento da bullo in panchina è insopportabile. Fa il pari con la sportività di Agnelli in tribuna.

Internazionale

Handanovic 7.5 salva tre volte su Ronaldo. Riscatta la prestazione dell’andata e non si avventura in inspiegabili gite fuori porta.

Skriniar 6.5 tiene botta alle sortite avversarie e si propone anche in attacco.

De Vrij 7 partita ordinata, legge bene ogni situazione. A fine primo tempo si immola su un tiro del portoghese bianconero.

Bastoni 6.5 sicuro ed attento non si fa condizionare dalla partita di andata.

Hakimi 6.5 quando è servito crea non pochi problemi sulla fascia. Danilo è in difficoltà a contenerlo e rischia il rigore con un fallo dal limite. Marrakech Express.

Barella 6.5 solita partita di sacrificio e lotta. Meno brillante che in altre occasioni rimane il faro della manovra interista.

Eriksen 6 meglio il primo tempo che la ripresa quando cala vistosamente. I palloni passano tutti dai suoi piedi e tenta anche la conclusione da fuori che viene ovviamente respinta.

Brozovic 5.5 non sale in cattedra. Nevoso e poco ispirato.

Darmian 6 non soffre molto in fase di non possesso ma è inesistente in fase di attacco. Spara su Side 7 un tiro da fuori.

Lukaku 5 sbatte contro i centrali bianconeri e non riesce mai ad essere pericoloso. Fatica anche nel gioco di sponda. Non è fisicamente al meglio.

Martinez 5 quando ha la palla buona colpisce l’erba invece del pallone. In un’altra occasione spara malissimo da posizione pericolosa. Un disastro totale. Non viene sostituito per mancanza di alternative.

Perisic dal 58′ 6 meglio in fase offensiva ma non riesce a cambiare la trama del film.

Sensi dal 65′ 6 entra bene in partita ma non lascia il segno.

Kolarov dal 65′ 6 un paio di belle aperture.

Conte 6

Altro obbiettivo sfumato. A livello di gioco, nelle due partite, molto meglio i nerazzurri dei bianconeri. Pesano come macigni gli errori dell’andata, che sono costati due reti, e la sfortuna sotto porta che ha impedito almeno il pareggio. Il gap con la Juventus è praticamente cancellato. Ora è fondamentale portare a casa il campionato e che qualche giocatore ritrovi la lucidità al più presto. Domenica sera c’è la Lazio.


Semifinali di Coppa Italia

Juventus-Inter 0-0   (2-1)

Atalanta-Napoili         (0-0)

 

[themoneytizer id=”68124-28″]

Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli