23 C
Rome
venerdì 30 Luglio 2021
SportIl maestro Pirlo tentenna: occorre tempo per le sinfonie

Il maestro Pirlo tentenna: occorre tempo per le sinfonie

[wp_ad_camp_1]

Juventus, altro pari: Kulusevski risponde a Favilli, 1-1 col Verona: il maestro Pirlo tentenna alla ricerca del tempo necessario.

Il maestro Pirlo tentenna: Roma non fu fatta in un giorno

Non ce ne vogliamo gli amici bianconeri ma, ad oggi, la miglior prestazione della Juventus è stata contro il Napoli, e non è una battuta: squadra, allenatore e società uniti in un unica direzione e, visti i tentennamenti successivi, comunque vada la questione del ricorso sarà un bene; che resti il risultato a tavolino o si rigiochi. Il tempo è il più prezioso alleato del maestro Pirlo, a cui forse gioverebbe meno fanfara mediatica, più adatta al suo carattere riservato.

La ricerca del tempo, per vie traverse, è quella che traspare anche dall’analisi post partita dell’allenatore:

Un passo alla volta. Era importante giocare meglio di Crotone. Lunedì abbiamo provato qualcosa e quindi stavamo meglio. Nel primo tempo potevamo sfruttare qualche occasione in più, nella ripresa abbiamo fatto meglio.

Pirlo stavolta non ha fatto troppi esperimenti, con una formazione logica e quadrata ma ancora troppo molle in avvio, peccato capitale contro il tonico Verona del sottovalutato Juric. C’è stata anche un po’ di sfortuna, tra la traversa di Cuadrado e quella di Dybala, ma probabilmente c’era anche un rigore su Colley.

Il maestro Pirlo tentenna occorre tempo per le sinfonie

Resta la costante che questa squadra non perde mai,  anche se fa ancora troppa fatica a vincere. Sulle scelte di formazione Pirlo ha risposto così ai microfoni di Sky:

 Nasce da una rotazione che volevamo fare con Kulusevski che veniva dentro al campo, lasciando spazio a Cuadrado. Abbiamo messo Chiellini centrale per alleviare il pressing su Bonucci. Poi Giorgio si è fatto male, ma anche Demiral è stato bravo. Chiellini? Ha avuto un risentimento al flessore dopo la nazionale, nei prossimi giorni vedremo.

La nota dolente è ancora la joya: Dybala è palesemente in ritardo di condizione, avrebbe bisogno di giocare on continuità, ma col rischio di trovarsi ancora per qualche partita un giocatore proprio che sbaglia ancora tante scelte e il tempo in cui farle. Certo, quando si accende, son dolori per gli avversari. Dunque, come sempre: tempo.

Ancora Pirlo su Dybala:

Si vedeva che non era al massimo, deve mettere minuti nelle gambe. Stasera ha fatto qualcosa, pian piano lo rivedremo al top.

Pian piano tutto si muove, anche la classifica. E in campionato per ora nessuno corre, aspettando il Milan questa sera per scoprire le carte.

 

[wp_ad_camp_3]

[wp_ad_camp_5]


Marquez
Corsivista, umorista instabile.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli