1.8 C
Rome
martedì 30 Novembre 2021
In EvidenzaDiario italiano: astensionismo record, si è dissolto il voto di opinione

Diario italiano: astensionismo record, si è dissolto il voto di opinione

Alle Comunali, trionfo del centrosinistra ai ballottaggi: il centrodestra tiene solo Trieste. Ma il dato che più colpisce riguarda l’astensionismo record: alle urne meno di un elettore su due (43%). Si è dissolto il voto di opinione, è rimasto solo quello di apparato.

Astensionismo record, si è dissolto il voto di opinione

Alla chiusura dei seggi per i ballottaggi, l’affluenza nei 63 comuni chiamati al voto è stata del 43,94 per cento (dato che esclude i comuni del Friuli Venezia Giulia, ndr), contro il 52,67 per cento del primo turno. Rispetto al primo turno, dunque, la partecipazione è crollata di circa 9 punti percentuali.

Praticamente in tutte le maggiori città i sindaci sono stati votati dal 23-24% del totale degli elettori, quelli che abitano al centro. Siamo ritornati ad essere un sistema censitario, come ai tempi di Cavour. I pezzenti, i periferici non hanno voce, devono solo lavorare per quattro lire e non protestare, perchè la ripresa deve proseguire.

Non vedo Presidenti di Repubblica, di Camera, di Consiglio, di Senato, di Corte Costituzionale che sottolineino questo dato, non lo ritengono importante, la loro gente ha votato, basta questo.

Eppur me le ricordo le campagne elettorali della Prima Repubblica, dure, feroci, ma di massa, coinvolgevano tutti e tutti votavano. Persino Democrazia Proletaria entrò alla Camera! Ora sono solo la farsa del potere, che lascia indifferenti.

Si è dissolto il voto di opinione, è rimasto solo quello di apparato.

Comunali 2021, astenuti e contenti: vincere tra le macerie

 

Leggi anche


Pasquale Cicalese
Economista. Laureato in Scienze Politiche. È impiegato alla Regione Calabria. Autore di "Piano contro mercato. Per un salario sociale di classe" (L.A.D., 2020)

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli