10.8 C
Rome
mercoledì 14 Aprile 2021
PolisSalvini come Giano bifronte: europeista e medio-sovranista

Salvini come Giano bifronte: europeista e medio-sovranista

Il leader del carroccio Matteo Salvini come Giano bifronte: appena rientrato in sella al governo, da un lato rassicura sulla sua fede europeista, dall’altro immediatamente sgomita sul tema più controverso, quello dell’immigrazione.

Salvini come Giano bifronte

In vista dell’ormai prossimo appuntamento con la fiducia alle Camere  che si terrà mercoledì al Senato e giovedì a Montecitorio, Mario Draghi lavora all’agenda e al completamento della squadra, con la nomina di sottosegretari e vice ministri mentre i partiti sono sempre alla prese con gli inevitabili assestamenti di questa nuova fase che si apre loro davanti.

Tanti casi aperti, dalle tensioni nei CinqueStelle a quelle in Leu, ma ce n’è uno singolare; è appena tornato al governo dopo la sua autoesclusione nella famigerata estate del Papete Beach, e già si sentono nell’aria riecheggiare parole come immigrazione, clandestini, seppur con una nuova sfumatura nel tono nella voce: è il nuovo Salvini europeista.

In attesa di un primo faccia a faccia con i ministri del Carroccio appena entrati nella squadra dei migliori di Draghi, Matteo Salvini immediatamente sgomita sul tema più controverso per la strana creatura al governo, quello dell’immigrazione.

Noi ci battiamo contro l’immigrazione clandestina, gli immigrati regolari sono miei fratelli, l’immigrazione controllata e qualificata è un fattore positivo ma va sconfitta quella clandestina, penso che con Draghi su questo saremo in perfetta sintonia; sono le parole del leader della Lega a ‘Mezz’ora in più’ su Rai3.

Già sentire nella stessa frase pronunciata da Salvini le parole immigrati e fratelli fa un certo effetto, ma si tratta in realtà di lievi accenti, sfumature lessicali, tanto che alla Lamorgese indirizza anche la richiesta di  un cambio di passo nella lotta alla droga, alla mafia e nella gestione dell’immigrazione clandestina.

Salvini come Giano Bifronte europeista e medio-sovranista
Luciana Lamorgese

Ma ecco che arriva il Salvini Due subito dopo:

Io non voglio politiche sovraniste, ma solo  applicare quello che fanno altri Paesi. Draghi ha detto che i confini italiani sono confini europei, non era un capriccio di Salvini. Penso che Draghi abbia l’autorevolezza per ottenere in Europa quello che Conte non è riuscito a ottenere.

A proposito di immigrazione, l’Italia ha assegnato Porto Empedocle come porto sicuro per lo sbarco di 149 migranti raccolti dalla nave Open Arms con varie missioni di soccorso nel Mediterraneo negli ultimi giorni di maltempo. A darne notizia il fondatore dell’Ong catalana, Oscar Camps, in un tweet. In precedenza lo stesso Camps aveva riferito:

 A seguito dell’avviso di Alarm phone e diverse ore di ricerca, Open Arms aveva salvato un centinaio di persone, tra cui molte donne e bambini, da un barcone in difficoltà in SAR Maltese e sotto gli occhi attenti di una motovedetta libica

Con il nuovo governo, l’arrivo della primavera e la ripresa degli sbarchi, si aprirà una stagione comunicativamente intensa per il Salvini Bifronte: europeista e amico di Draghi da un lato, per non perdere il treno del recovery Plan; e fustigatore del lassismo nelle politiche migratorie, per arginare la prevedibile corsa a destra della Meloni.

Fondi Lega arresti e inchieste il Carroccio di Salvini è un buco nero

 

 



Marquez
Marquez
Corsivista, umorista instabile.

Ti potrebbe anche interessare

1 COMMENT

Comments are closed.

Ultimi articoli