Quotidiano on-line ®

30.9 C
Rome
domenica, Luglio 3, 2022

Copasir e Corriere: un intreccio di storie sbagliate

Ci sono delle parole che nella storia di questo paese hanno un peso e non bisognerebbe mai sottovalutarle, come nella vicenda ancora oscura che intreccia Copasir e Corriere della sera.

Copasir e Corriere, una storia sbagliata

Ci sono delle parole che nella storia di questo paese hanno un peso e non bisognerebbe mai sottovalutarle

Nella brutta e oscura vicenda delle liste di proscrizione comparse sul Corriere della Sera su presunta velina del Copasir se ne intrecciano un paio.

Il Copasir è il Comitato parlamentare per la sicurezza, cioè l’organo istituzionale politico che deve controllare la correttezza del comportamento dei servizi segreti.

Ma in questa vicenda invece “devia” la propria funzione e invece di vigilare si mette a fare dossier su giornalisti, cittadini (un influencer cosa sarebbe?) e anche su parlamentari della Repubblica.

Il Corriere, a sua volta, considerato il più prestigioso quotidiano italiano, invece di denunciare il dossier, come toccherebbe ad un organo di informazione (Wikileaks vi dice niente?) gli fa da megafono, lo rilancia, e dunque anch’esso “devia” dalla propria funzione.

E qui le parole diventano pesanti perchè -con tutte le differenze del caso, della storia con la S maiuscola – parlare di servizi segreti “deviati” fa ancora accapponare la pelle in questo paese, ripensando a cosa ha potuto significare quest’espressione nella nostra storia.

E allora qualcuno del Governo e dei partiti che lo sostengono, dovrebbe venire a spiegarci cosa sta succedendo. E magari il presidente del Copasir simbolicamente potrebbe anche rimettere il suo mandato.

Un presidente, Adolfo Urso, di nota formazione missina, cresciuto nella Direzione nazionale del Fronte della Gioventù, poi leader della componente interna del MSI, “Proposta Italia” e tra i principali promotori della nascita di Alleanza Nazionale.

Non dubitiamo delle buone intenzioni di Urso ma sarebbe opportuno, per chiarezza e per togliere qualsiasi cattivo pensiero, che sia detta una parola chiara sulla vicenda.

Perchè è una coincidenza puramente evocativa, come già detto, ma questo intreccio tra servizi segreti, stampa ed ex missini non ci fa dormire sonni tranquilli.

Copasir e Corriere: la lista dei “putiniani d’Italia”

 

Leggi anche

Marquez
Marquez
Corsivista, umorista instabile.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli