Quotidiano on-line ®

27.3 C
Rome
domenica, Agosto 14, 2022

Usa, ennesima strage della follia: 10 morti in un supermercato in Colorado

Usa, sparatoria in un supermercato in Colorado: 10 morti. Tra le vittime anche un agente di polizia. Fermato il killer.

Far West Usa: caccia agli asiatici, 8 morti ad Atlanta

10 morti in un supermercato in Colorado

Ancora una strage negli Stati Uniti, in una spirale di sangue senza via di uscita. Un paese sotto il pesante ricatto lobbistico dell’American Rifle Association, la potente associazione in difesa dei portatori di armi, del tutto sorda agli appelli di questi anni.

Un uomo armato di un fucile AR-15, secondo la Cnn, ha aperto il fuoco in un supermercato di Boulder, in Colorado, facendo almeno 10 vittime, tra le quali un agente di polizia intervenuto per primo sul luogo della mattanza.

Il presunto killer è stato ferito e si trova sotto custodia della polizia. In una nota il governatore del Colorado Jared Polis, ha scritto:

Oggi hanno tragicamente perso la vita dieci persone, tra cui l’ufficiale Eric Talley. Oggi abbiamo visto il volto del male. Sono in lutto con la mia comunità e tutti gli abitanti del Colorado. La nostra comunità attende con ansia più informazioni sulle vittime.

Usa, ennesima strage della follia: 10 morti in un supermercato in Colorado

Colorado rosso sangue

Non è la prima volta che il Colorado si macchia del sangue  di una strage. I fatti di Boulder hanno altri tragici precedenti. Nella storia recente sono almeno altre due le sparatorie di massa che hanno portato lutti e paure. Nel luglio del 2012, il massacro di Aurora: in un cinema affollato, durante la proiezione di The Dark Knight Rises, vengono uccise 12 persone, 70 rimangono ferite. Per quella strage James Holmes è stato condannato a 12 ergastoli e 3.318 anni di carcere.

Ma il massacro archetipo del Colorado avvenne nell’aprile del 1999, 12 studenti e un insegnante vengono uccisi in una sparatoria alla Columbine High School di Littleton. Autori della strage, uno dei più sanguinosi massacri in una scuola nella storia degli Usa, Eric Harris e Dylan Klebold, entrambi studenti dell’istituto. Ventuno persone rimangono ferite. Harris e Klebold si tolsero la vita con le stesse armi con cui misero a segno la strage.

 

[themoneytizer id=”68124-28″]

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli