21.7 C
Rome
lunedì 11 Ottobre 2021
NewsGerorge Floyd, clamoroso: Minneapolis smantella la polizia

Gerorge Floyd, clamoroso: Minneapolis smantella la polizia

George Floyd: Il consiglio comunale di Minneapolis ha votato per il taglio dei fondi e lo smantellamento del dipartimento di polizia.

George Floyd, Minneapolis taglia i fondi alla polizia

La maggioranza del consiglio comunale di Minneapolis si è impegnata a smantellare il dipartimento di polizia locale, una mossa clamorosa, dopo il divampare delle proteste a livello nazionale e internazionale scatenate dalla morte di George Floyd.

Nove dei 13 consiglieri hanno affermato la necessità di “un nuovo modello di sicurezza pubblica” in una città in cui la polizia è al centro della bufera per abusi e violenze.

Domenica, i nove consiglieri hanno letto una dichiarazione a centinaia di manifestanti.

“Siamo qui perché qui a Minneapolis e nelle città degli Stati Uniti è chiaro che il nostro attuale sistema di polizia e di sicurezza pubblica non sta proteggendo le nostre comunità”, ha detto la presidente del consiglio comunale Lisa Bender. “I nostri sforzi per una riforma graduale sono falliti.”

La Bender ha inoltre affermato che cercherà di spostare i finanziamenti della polizia verso strategie basate sulla comunità.

La scorsa settimana, il Minnesota ha avviato un’indagine sui diritti civili presso il dipartimento di polizia di Minneapolis, con il governatore Tim Walz che ha dichiarato di voler sradicare “il razzismo sistemico che è profondo da generazioni”.

Il consiglio comunale ha successivamente votato per una serie di modifiche alle pratiche d’intervento della polizia, aggiungendo divieti rigorosi a forme di coercizione ritenute violente e illegali.

[wp_ad_camp_2]

Le reazioni

Il sindaco Jacob Frey in precedenza si era opposto alla mossa, attirando l’ira della cittadinanza e della comunità afroamericana.

Gli attivisti, che per anni hanno richiesto questo passaggio, lo hanno definito una svolta.

Ma la strada per raggiungere l’obiettivo finale sarà ancora tortuosa. Minneapolis deve attendersi un lungo e complesso dibattito sulla polizia e ancora deve arrivare la reazione prevedibilmente ostile del presidente Trump.

Inoltre non è ancora chiaro quale forma prenderà la riforma strutturale.

Ricordiamo che l’agente Derek Chauvin, che si inginocchiò sul collo di George Floyd per quasi nove minuti, è stato licenziato e accusato di omicidio di secondo grado.

Altri tre ufficiali presenti sul posto sono stati anche licenziati e accusati di favoreggiamento nell’omicidio.

Intanto è attesa per oggi per oggi al Congresso una proposta dei Democratici di riforma definita radicale sul corpo di polizia.

Black lives matter, gli scontri arrivano a Londra

 

 

[wp_ad_camp_5]


Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli