30.4 C
Rome
lunedì 13 Settembre 2021
NewsLargo alle donne nelle scienze: la Di Biase (PD) presenta proposta di...

Largo alle donne nelle scienze: la Di Biase (PD) presenta proposta di legge innovativa

Regione Lazio, la consigliera Di Biase (PD) presenta una proposta di legge per accrescere il numero delle scienziate.

Di Biase: “Una proposta del genere non ha precedenti in Italia”

Alla Regione Lazio arriva una innovativa proposta di legge per accrescere il numero delle scienziate. Una necessità poiché sono ancora troppo poche le studentesse di materie scientifiche. Un dato è emblematico: a Roma Tre il 59% degli iscritti sono donne, ma nella singola facoltà di ingegneria la quota rosa è ferma al 21%-

Di tutto questo se ne discute per la prima volta in Regione Lazio dove è stata presentata la proposta di legge n. 256/2020 per il contrasto degli stereotipi di genere che ostacolano le donne nello studio delle materie scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e della matematica, raccolte nell’acronimo STEM, e quindi nello sviluppo delle carriere lavorative.

A presentarla la consigliera del Partito Democratico, Michela Di Biase prima firmataria della proposta di legge, a margine della IX Commissione del Consiglio regionale lavoro, formazione e pari opportunità a cui hanno partecipato anche i rettori delle tre università romane.

Largo alle donne nelle scienze: la Di Biase (PD) presenta proposta di legge innovativa

Queste le parole della consigliera:

“Una proposta del genere non ha precedenti in altre regioni italiane. La Regione Lazio e’ la prima a legiferare in modo organico sulle discipline Stem e ci auguriamo che questo nostro impegno possa costituire anche un utile strumento a livello nazionale per affrontare in modo decisivo una delle questioni più cogenti che riguarda il futuro delle ragazze“. 

“L’obiettivo che ci siamo date con la presidente Mattia e’ proprio questo: partire dalle ragazze perché sono loro, forse più di altri, che hanno la grande chance di cambiare il futuro.”  

La Di Biase ricorda ricorda poi alcuni dati sul numero di laureate italiane e di laureate Stem: “Almalaurea nel 2018 evidenzia come il 59% del totale dei laureati nelle Stem siano uomini. I laureati in Ingegneria raggiungono un picco del 74% e nelle materie scientifiche il 68,4%”. Inoltre dal rapporto Ocse-Pisa sappiamo che le ragazze vengono dissuase dallo studio delle materie scientifiche tra gli 11 e 12 anni.”

 

[themoneytizer id=”68124-28″]


Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli