Quotidiano on-line ®

23.3 C
Rome
martedì, Luglio 5, 2022

Lo spreco alimentare in Cina diventa un crimine 

Basta spreco alimentare in Cina, arriva nuova legge fortemente voluta da Xi Jinping. Il testo sanziona pesantemente anche i video di orge alimentari, che sono molto popolari online, quelli in cui le persone fanno a gara per chi mangia di più.

Stop allo spreco alimentare in Cina

I dati sono eloquenti: in Cina, l’industria della ristorazione, solo nelle aree urbane, spreca quasi 18 milioni di tonnellate di cibo ogni anno. Il governo è quindi intervenuto iniziando una lotta agli sprechi alimentari.

Dunque la Cina, il più grande importatore mondiale di prodotti alimentari, ha deciso che i banchetti luculliani diventano un reato.  È stato lo stesso presidente, Xi Jinping,  a premere sulla questione, quando già lo scorso agosto ha esortato i connazionali a essere più frugali e più attenti nella gestione delle risorse.

La Cina di Xi Jinping nuova locomotiva mondiale dell'economia

Il Parlamento cinese ha votato un testo che fa dello spreco alimentare un crimine; la legge apre anche alla possibilità per i servizi di ristorazione possano far pagare i propri clienti in caso di spreco.

Al contrario, ha reso noto l’emittente di Stato CCTV, chi finisce correttamente il proprio pasto può essere “premiato”, anche se ancora non è chiaro come, mentre i ristoratori che incoraggiano a ordinare in eccesso rischiano una multa fino a 10.000 yuan (1.274 euro, più dello stipendio medio mensile).

Il testo sanziona pesantemente anche i video di orge alimentari, che sono molto popolari online, quelli in cui le persone fanno a gara per chi mangia di più. In alcuni ambienti infatti è abitudine organizzare banchetti pantagruelici. È chiaramente un segno di disponibilità economica ma anche uno spreco di risorse intollerabile.

La pandemia di coronavirus e le gravi inondazioni degli ultimi mesi hanno aumentato i prezzi del cibo; e questo, unito alle parole di Xi, ha sollevato la questione della sicurezza alimentare e del rischio delle possibili carenze.

C’è solo da capire ora come verranno effettuati i controlli: arriveranno i commissari della giusta porzione?

[themoneytizer id=”68124-28″]

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli