Vicidomini: lettera sui cani

Nuova lettera di Nicola Vicidomini a tema cani e Cina.

Lettera sui cani, di Nicola Vicidomini

Caro Red Ronnie,

Non so perché sto scrivendo a lei. A qualcuno dovrò pur indirizzare questa lettera…
Ieri l’altro, in occasione di una battuta di caccia presso la tenuta dell’amico, barone Franz Schmidt, in località Lettere, mi è stato affiancato Giuliano Del Golfo di Terracroce, bracco italiano, di cui riporto, di seguito, il pedigree:

Nasce il 07/09/2009 sotto gli occhi di tutti presso l’allevamento Terracroce.

Figlio di Carlos De Migna Tierra, campione di bellezza e atti umanitari e Beatrice Delle Due Sicilie, casalinga.

Nel giugno 2010 si classifica secondo al concorso di bellezza Bracco Oggi.

Nel settembre 2010 si classifica primo alla terza edizione del torneo sportivo di corsa campestre Fulgido 2000 tenutosi in un appezzamento terriero di Civitanova Marche.

Nell’ottobre del 2011 vince il torneo di matematica Montessori. In seguito alla consegna della coppa, sbrana senza alcun motivo parte degli studenti partecipanti, tra il pianto e lo struggimento dei genitori.

Nel dicembre dello stesso anno appare sulla copertina di Vogue.

Nel dicembre 2012 affoga col suo peso un operaio precipitato da un’impalcatura in una vasca per irrigazione, al fine di evitargli una più atroce agonia. Per tale atto umanitario, gli sarà consegnata la coccarda del Buon Uomo, destinata ogni anno a un animale di media taglia.

Nel Febbraio 2014 viene insignito in Campidoglio del premio simpatia.

Nel Marzo 2015 viene indagato in Arabia Saudita per sfruttamento della prostituzione.

La cosa è riportata nel pedigree in quanto da considerarsi per un bracco, puranco di nobile rango, aspetto decisamente straordinario, rafforzato dal non trascurabile particolare che, per giudizio insindacabile della magistratura, “il fatto sussiste.”


 

Nel settembre 2017, durante una vacanza ad Agrigento, rapisce un neonato che consegnerà personalmente a un Labrador con gravidanza isterica. Del pargolo non si saprà mai più nulla. La madre ancora piange in uno struggimento infernale. Il padre si è suicidato.

Nel gennaio 2019 vince il concorso Cane più intelligente dell’anno dimostrando, da fermo, di conoscere a memoria tutta la Vita Nova. L’esame finale si è tenuto coerentemente nell’appezzamento di Civitanova Marche, location annuale della corsa campestre.

Nel corso della suddetta battuta, Giuliano si è accorto che ho scarse attitudini alla caccia e, come se non bastasse, ha notato che ho molta paura degli spari. Con un certo disprezzo, ha cercato di mettermi in difficoltà, prendendo a correre in velocità senza meta. Non riuscivo a stargli dietro. Nel cercare di seguirlo, di seguito al fiatone, ho cominciato a bavare copiosamente, la lingua penzoloni. In stato di assoluta iperventilazione, mi sono accucciato al  fianco di una quercia con gli occhi sperduti. Che tenero che ero, dolcissimo, signor Red Ronnie. È li che Giuliano Del Golfo di Terracroce è tornato indietro esprimendo, attraverso un orrendo ghigno dentale, la probabile volontà di mangiarmi.

Decisamente impaurito, ho fatto la cacca a terra, mentre lui mi ringhiava controllandomi a un metro con sguardo superbo. Poi ho ricoperto il tutto con le zampe per un fatto di decoro.

Giuliano Del Golfo di Terracroce mi si è avvicinato in un balzo istantaneo sbranandomi tutta la pelle sulla nuca. Mi è sembrato di averlo sentito, a un certo punto, abbaiarmi: Cagna.

Povero cucciolo, pensavo di me stesso, e immaginavo già il post di accompagnamento alla foto del Terracroce che avrei messo su Facebook: questo maledetto bastardo meriterebbe l’ergastolo per i suoi orrendi crimini, ma che dico, la pena di morte.

Mentre mi afferra una gamba per mangiarla, inizio a fantasticare su quale potesse mai essere il numero di cellulare di Giorgia Meloni. Meno male che è arrivato il barone Schmidt e, cantando tutto l’inno cinese, lo ha rimesso in riga. È un pessimo, stonatissimo baritono basso, da infarto.

A confronto il dolore dovuto ai morsi fu nulla. Ora mi trovo ricoverato tra la cacciagione in una dependance della tenuta. Sia il barone che Giuliano mi hanno sconsigliato di evitare gli ospedali perché hanno paura del Covid.

A lei piacciono ancora gli anni ’60?
Se si, scriva.

Distinti saluti,
Per sempre suo,
Vicidomini Nicola

P.S. trentun’anni fa le ho mandato una lettera da fan del cantante Robertino in cui le chiedevo notizie di lui. Attendo ancora una risposta.

Nicola Vicidomini – Tic Nervosi a UnoMattina

 



, ,

About Nicola Vicidomini

È considerato un innovatore del linguaggio umoristico. Autore e interprete dei successi teatrali Scapezzo, Veni Vici Domini e Fauno, è stato protagonista di programmi televisivi come Stracult (Rai 2) e Colorado (Italia 1). La sua opera è oggetto, non solo in Italia, di saggi universitari.
View all posts by Nicola Vicidomini →