8.9 C
Rome
venerdì 5 Marzo 2021
Sport Lazio-Inter, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky

Lazio-Inter, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky

Milinkovic-Savic risponde a Lautaro Martinez, discusso pareggio all’Olimpico. Lazio-Inter, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky, con i suoi migliori e peggiori visti in campo.

il colonnello lobanovsky: pagellone della serie a
Il colonnello Valerij Lobanovs’kyj

Lazio-Inter, il Pagellone

Lazio vs Inter  1-1 (Martinez 30′, Milinkovic 55′)

Strakosha 6 sul goal interista si butta in modo goffo e non è preciso nell’intervento. Nel finale è fortunato ed anche bravo a sbrigliare, come viene, qualche situazione difficile.

Patric 6.5 buona partita. Non prende la giostra come contro i bergamaschi. Attento e preciso negli interventi.

Acerbi 6.5 serve l’assist vincente per il pareggio laziale. La sua è una partita di sofferenza, una partita difficile ma ne esce bene.

Radu s.v. Esce subito.

Lazzari 6.5 corre senza sosta ed un cliente difficile per Perisic. I primi 20 minuti sono di altissimo livello. Cala ma continua correre senza sosta tipo Forrest Gump.

Milinkovic 6.5 partita a ritmi bassi ma ha il merito di segnare il goal del pareggio.

Leiva 6 si piazza davanti alla difesa e cerca di limitare di danni. Visto il pareggio portato a casa c’è riuscito.

Luis Alberto 6 per quasi 1 ora non compare nei radar interisti. Poi cresce come il resto della squadra e si rende pericoloso con l’intenzione di far male al povero Handanovic. Non ci riesce.

Marusic 5 non riesce a contenere Hakimi, è inesistente in attacco ed esce per infortunio. Giusto il tempo di beccarsi l’insufficienza.

Correa 5.5 Ha qualche spunto ma è palesemente non al meglio.

Immobile 4.5 non solo non tira mai in porta ma riesce anche a farsi espellere in maniera stupida. Ed anche rischiosa visto che si tratta di Vidal.

Lazio-Inter, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky

Bastos dal 16′ 5 entra per sostituire Radu ed è in palese difficoltà. Per fortuna di Inzaghi si fa male

Fares dal 35′ 5.5 sbaglia un paio di cross. Due su due.

Parolo dal 46′ 6.5 fa una buona partita da centrale difensivo.

Escalante dall’80’ s.v.

Akpa Akpro dall’80’ s.v.

Inzaghi 6

Pareggia grazie agli infortuni che lo portano a mettere Acerbi a sinistra. E Acerbi indovina il cross del pareggio. Immobile non segna manco per sbaglio e riesce anche a farsi espellere. Deve fare di necessità virtù. Verranno tempi migliori ma questa sera, anche se il pareggio è meritato, è stato fortunato per gli episodi che l’hanno costretto a cambi forzati.

Internazionale

Handanovic 6 sul tiro di Luis Alberto si fa trovare pronto. Per il resto normale amministrazione

Skriniar 6 seconda partita consecutiva da titolare per cui le sirene di mercato sono definitivamente spente. Partita onesta e attenta ma può fare di più.

De Vrij 7 un muro che chiude tutti gli spazi. Accolto simpaticamente dai pochi tifosi laziali sugli spalti. Un amore senza fine.

Bastoni 6 soffre Lazzari ma cresce, come spesso gli accade, a partita in corso. Aveva un cliente difficile.

Hakimi 6.5 Ne Marusic ne Fares riescono a tenergli testa. Meno devastante che nelle altre due partite. Stasera è più forte di Brehme.

Gagliardini 6 in fase di interdizione è un buon giocatore, in fase di costruzione lasciamo perdere. Per Conte è un giocatore prezioso e lo riconferma. Il suo lo fa ma è meno incisivo della scorsa partita.

Vidal 6.5 in mezzo al campo ringhia a tutto quello che passa dalle sue parti. Prende possesso del centrocampo ed è in continua crescita. Provoca l’espulsione di Immobile che ha i giorni contati. Ma non lo sa ancora.

Perisic 5 in fase di attacco potrebbe anche andare bene peccato che non difenda. Lazzari lo mette in difficoltà, e mette in difficoltà anche Bastoni. Sul pareggio laziale si perde Milinkovic.

Barella 6,5 il suo dinamismo crea sempre qualche problema alla squadra avversaria. Nel secondo tempo cala ma la sua prestazione è sempre di buon livello. Si becca l’ennesimo giallo. Prima o poi capirà la storia delle ammonizioni.

Lazio-Inter, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky

Lukaku 5.5 la voglia ed il sacrificio per la squadra non mancano mai. Il problema è che da lui ci aspettiamo sempre il goal. Che spesso fa ma non oggi. Ed oggi sarebbe servito molto.

Martinez 7 è il più pericoloso dell’attacco interista. Sblocca la partita e mette in apprensione la difesa laziale.

Young dal 67′ 5.5 entra per cambiare la marcia sulla fascia. Non è in giornata e fa un po’ meglio di Perisic. Ma giusto un po’.

Sensi dal 67′ 5 con la superiorità numerica poteva essere l’uomo che dava qualcosa in più invece pensa bene di farsi espellere pure lui.

Brozovic dal 73′ 6 suo è il tiro che finisce sul palo e spezza i sogni di gloria dei nerazzurri.

Sanchez dal 78′ s.v.

D’Ambrosio dal 79′ s,v,

Conte 5.5

Le mosse dalla panchina non riescono a portare la vittoria. L’approccio non è stato strepitoso ma una volta andata in vantaggio l’Inter non è riuscita ad uccidere la partita. Cosa che capita spesso, come capita spesso che prenda sempre goal. Un pareggio a Roma non è da buttare via, il campionato è lunghissimo, grazie al Covid potremmo finire ad agosto prossimo, ma con questa Lazio e con queste premesse i 3 punti erano da prendere senza se e senza ma.

 

Lazio-Inter, il Pagellone e altre curiosità

Lazio-Inter, il Pagellone e tutti gli articoli di Enrico Zerbo



Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli