29.5 C
Rome
sabato 24 Luglio 2021
SportLa sentenza del Giudice Sandulli: il governo del calcio è senza pudore

La sentenza del Giudice Sandulli: il governo del calcio è senza pudore

Con la sentenza del Giudice Sandulli si è toccato un altro punto bassissimo nella già sottozero credibilità dei vertici del mondo del calcio.

La sentenza del Giudice Sandulli non fa prigionieri

La questione non riguarda più una squadra o un altra, seppur la preponderanza politica di alcuni club sia così ingombrante da apparire surreale, se non si è accecati del paravento del tifo.

La questione è complessiva nella gestione di un comparto importantissimo all’interno della comunità italiana, per interessi economici e sociali, ma che è gestito in maniera tribale, tra clan in perenne conflitto, conflitti d’interessi e una illogicità delle scelte, sottomesse costantemente all’interesse particolare, da risultare senza più alcuna credibilità

E infatti, ben prima della mazzata pandemica del covid, il prodotto era in caduta verticale nella vendita ai consumatori, quello che sono i tifosi per l’azienda calcio: fuga dagli stadi, dagli schermi, abbonamenti alle paytv specializzate crollati, milioni di copie in meno dei quotidiani sportivi: un senso diffuso di fastidio tra gli utenti per quello che appare un giocattolo truccato, mal fatto, indirizzato costantemente secondo l’interesse del momento.

[wp_ad_camp_1]

Uno scandalo tira l’altro

E veniamo all’attualità: in piena emergenza covid, dopo appena 7 giornate di campionato, si è già sommersi da polemiche, tribunali , proteste e una serie di controversie giudiziarie a dir poco imbarazzanti, in cui per l’ennesima volta il mondo del calcio difende se stesso a prescindere, chiudendosi a riccio, pretendendo una extraterritorialità giuridica rispetto alle normali valutazioni dello stato italiano.

In questo contesto le scelte Procura e degli Organi di Giustizia Figc  sembrano assunte non in punto di diritto ma piuttosto per sostenere un qualche interesse specifico di volta in volta.

Basti ricordare, solo restando agli ultimi casi, ai Dilettanti del Calcio a 5, in cui la Lega, dopo la scoperta di ammanchi di cassa, è stata commissariata da Sibilia che però viene immediatamente smentito da Gravina che a sua volta viene messo a tacere dal Coni. E non finisce qui, perché la relativa indagine per utilizzo improprio dei fondi viene misteriosamente archiviata dalla Procura Federale e subito dopo riaperta invece dalla procura Generale del Coni. Tutti contro tutti.

Continuando con la sbalorditiva assoluzione preventiva e pubblica della Juventus  per il caso Suarez prima ancora di iniziare un procedimento, a indagini in corso.

E  in questi giorni invece l’accanimento verso la Lazio di Lotito, trattata sui media come una banda di truffatori prima ancora di acquisire la documentazione.

Attendendo un giudice a Berlino

E così arriviamo alle due sentenze su Juventus-Napoli, quella del Giudice Mastrandrea, ma ancor più quella  della Corte Sportiva, così inusuale dai toni da lasciare più che un sospetto; non un’argomentazione giuridica ma tre pagine (numero piuttosto basso quando si tratta di sentenze;  questo perché a riportare i codici e e i commi utilizzati servono molte e molte pagine, di solito…) in cui  si racconta l’avvenuto in punto di fatto senza ragionare su gerarchia delle fonti, imperatività della norma, nulla.

Come ha scritto il giornalista Marco Bellinazzo su twitter

marco bellinazzo tweet

Una sentenza quasi violenta che può prefigurare addirittura sanzioni ancora più severe, come a prefigurare l’eventuale frode sportiva.

E qui entra a gamba tesa, sempre su twitter, il caustico Paolo Ziliani

paolo ziliani su twitter

Cosi mentre la politica, il governo e  i giuristi hanno continuato a ricordarci che il Protocollo del calcio è un atto sottoscritto da privati mentre la legge è super partes e va rispettata a prescindere. E la legge dice esplicitamente che le decisioni delle ASL sono inappellabili.

Ma, come cantava Francesco De Gregori,  tutto questo Alice non lo sa…

 


Marquez
Corsivista, umorista instabile.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli