3.1 C
Rome
martedì 9 Marzo 2021
Sport Juventus-Sampdoria, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky

Juventus-Sampdoria, il Pagellone del Colonnello Lobanovsky

Inizia nel migliore dei modi l’avventura di Andrea Pirlo sulla panchina dei bianconeri. I migliori e i peggiori nel Pagellone del Colonnello Lobanovsky.

il colonnello lobanovsky: pagellone della serie a
Il colonnello Valerij Lobanovs’kyj

 

Juventus vs Sampdoria, il Pagellone

Juventus vs Sampdoria 3-0  (Kulusevski 13′, Bonucci 79′, Ronaldo 89′)

 

Szczesny 6

Praticamente inoperoso si gode la partita da spettatore non pagante. Tra il primo e secondo tempo si mangia un Maxibon e sfida a Sudoku Pinzoglio.

Danilo 6.5

Pirlo lo rigenera e lo trasforma in un terzino mai visto neppure a Manchester. È il primo miracolo del tattico bresciano.

Bonucci 7

In difesa perfetto. È regista arretrato e mette in ghiaccio la partita segnando il 2-0. Scopre un’altra giovinezza. Uno così può giocare altri 10 anni.

Chiellini 7

è tornato ed è una manna per tutto il calcio mondiale. Se non fosse mancato lo scorso campionato cosa avrebbe fatto la Juventus?

Ramsey 7.5

è il giocatore completo che volevano a Torino. Ci voleva Pirlo per tirarne fuori le qualità. Un’altra scommessa vinta dal tecnico bresciano.

McKennie 7

Un giocatore così forte made in USA non lo vedevamo dai tempi di Lalas. Non sappiamo se suona anche la chitarra ma qui è tanta roba.

Rabiot 7.5

Giocatore completo di quantità e qualità. Doveva solo trovare un tecnico che lo mettesse nelle condizioni di sprigionare il suo enorme talento.

Frabotta 7

Da campione in erba non si emoziona per l’esordio e gioca da veterano non sbagliando praticamente nulla. Ha le stigmate del fuoriclasse.

Kulusevski 7.5

Gioca con la naturalezza che solo i fuoriclasse hanno. Va in goal praticamente alla prima occasione. Letale e completo è un piacere vederlo giocare.

Ronaldo 7

Un talento eterno e si mette al servizio della squadra. Il suo goal è la logica conseguenza di una prestazione maiuscola.

De Sciglio (dal 67′) 6.5

Segue alla perfezione le indicazioni del mister e di conseguenza ne esce una prestazione quasi perfetta.

Bentancourt dal 78′ s.v.
Costa dal 83′ s.v.
Demiral dal 83′ s.v.

Pirlo 9

La sua Juventus è un orgasmo per tutti i 5 sensi. È una macchina perfetta destinata alla vittoria ad ogni latitudine. È il nuovo paradigma del calcio totale. Ha un solo destino: il trionfo. (Vabbè, forse mi è sfuggita un po’ la mano)

Abisso 4:

Non vorrei dirlo ma mi tocca: il direttore di gara sbaglia troppo e spesso in una direzione unica. Peccato per i bianconeri che non ne avevano certo bisogno in una partita dominata.

Audero 7

Fa quello che può ma è un bombardamento continuo e non può prenderle tutte. Partita esaltante nonostante tutto. In partite del genere per il portiere il destino è segnato . Per sua fortuna non incontrerà la Juventus tutte le domeniche.

Ranieri 5

Tatticamente viene sbaragliato. Il suo disegno tattico dura pochi minuti. La freschezza e la spensieratezza tattica di Pirlo sono difficili da contenere. Dalla prossima partita sarà un’altra musica.

 



Enrico Zerbo
Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

Ultimi articoli