10.8 C
Rome
mercoledì 14 Aprile 2021
NewsEgitto, Zaki in carcere altri 45 giorni, l'Italia sta a guardare

Egitto, Zaki in carcere altri 45 giorni, l’Italia sta a guardare

La custodia cautelare dello studente egiziano dell’Università di Bologna attualmente detenuto in Egitto è stata nuovamente rinnovata: Patrik Zaki in carcere altri 45 giorni.

Zaki in carcere altri 45 giorni

La Corte d’assise del Cairo ha rinnovato di altri 45 giorni la detenzione del ricercatore egiziano all’Università di Bologna Patrik Zaky in carcere da 14 mesi. A riferirlo è stata la sua legale, Hoda Nasrallah alle agenzie stampa, sottolineando che è stata inoltre respinta la richiesta presentata dalla difesa di un cambio dei giudici che seguono il caso.

Protesta Amnesty International. “Quello che la difesa aveva dichiarato ieri, che c’era un accanimento giudiziario nei confronti di Patrick è confermato dalla decisione di oggi che è crudele, dolorosa. Vorremmo che il governo italiano facesse subito una cosa, perché può farla subito: convocare l’ambasciatore egiziano a Roma per esprimere tutto lo sconcerto per questo accanimento e chiedere che sia rilasciato“.

Scrive su Twitter il portavoce di Amnesty Italia, Riccardo Noury:

Una cosa da fare subito: la Farnesina convochi l’ambasciatore egiziano per esprimere protesta e chiedere il rilascio di Patrick Zaki.

Ma al momento pare un ipotesi alquanto improbabile, il nostro governo (che ha nell’Egitto uno dei propri partners commerciali privilegiati) non è riuscito ad alzare la voce sul clamoroso caso Regeni, quando un nostro cittadino, ricordiamolo, è stato prelevato, torturato e barbaramente ucciso dai servizi segreti egiziani (o almeno questa è l’ipotesi pià accreditata dalla varie inchieste), è difficile immaginare quindi una presa di posizione per lo studente egiziano.

 



Ti potrebbe anche interessare

1 COMMENT

Comments are closed.

Ultimi articoli