Quotidiano on-line ®

24.6 C
Rome
giovedì, Luglio 7, 2022

Spy story Italia-Russia: la talpa che si vendette per due spiccioli

Con l’arresto a Roma di due militari, scopriamo la spy story Italia-Russia che apre una crisi diplomatica tra i due paesi e svela dettagli e miserie.

Spy story Italia-Russia

Gli ingredienti della spy story ci sono tutti: la talpa in divisa dell’esercito, l’ufficiale di una nazione straniera, l’incontro segreto di sera in un parcheggio, lo scambio del materiale scottante: mancava solo un tema musicale di John Barry e una valigetta carica di dollari, tanti dollari.

E invece, proprio quest’ultimo punto è il più deludente: 5mila euro, questa la somma di denaro incassata dalla talpa per rivelare documenti segreti militari ad una potenza straniera.

Una cifra ridicola per mettersi in un gioco così rischioso che, infatti, è finito malissimo.

Nemmeno l’attenuante dell’esser caduto in tentazione in cambio di una nuova vita: un conto segreto criptato alle Cayman, una borsa piena di lingotti d’oro, una 24ore a combinazione stracolma di dollari. No, 5mila euro: nemmeno l’affitto di un anno in un bilocale in periferia.

Non ci sono più le talpe di una volta, come nei romanzi di Le Carrè!

Spy story Italia-Russia la talpa che si vendette per due spiccioli

I fatti

Un ufficiale della marina militare italiana, Walter Biot, è stato arrestato dai carabinieri del Ros, dopo essere stato fermato assieme ad un ufficiale delle forze armate russe: entrambi sono accusati di gravi reati attinenti allo spionaggio e alla sicurezza dello Stato.

I due sono stati intercettati in flagranza di reato martedì sera in un parcheggio a Roma. Si tratta di copie di documenti che erano all’attenzione dello Stato Maggiore della Difesa. Biot aveva fotografato i documenti classificati dal monitor di un computer e li aveva scaricati su una pennetta da consegnare al militare dell’esercito russo. I documenti riguarderebbero i sistemi di telecomunicazione militare.

La posizione del cittadino straniero è tuttora al vaglio in relazione al suo status diplomatico. Il capitano di fregata Biot è in servizio all’ufficio Politica Militare dello Stato maggiore della Difesa.

Spy story Italia-Russia la talpa che si vendette per due spiccioli

Le reazioni

In relazione a quanto riportato dagli organi di stampa circa l’operazione condotta dai carabinieri del ROS, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Roma, la Farnesina rende noto che il Segretario Generale del Ministero degli affari esteri, Elisabetta Belloni, ha convocato al Ministero questa mattina – su istruzioni del Ministro Luigi Di Maio – l’Ambasciatore della Federazione Russa presso la Repubblica Italiana, Sergey Razov.

Scrive su Fb il ministro degli Esteri Luigi Di Maio

“In occasione della convocazione al Ministero degli Affari Esteri dell’ambasciatore russo in Italia, abbiamo trasmesso a quest’ultimo la ferma protesta del governo italiano e notificato l’immediata espulsione dei due funzionari russi coinvolti in questa gravissima vicenda. Ringrazio la nostra intelligence e tutti gli apparati dello Stato che ogni giorno lavorano per la sicurezza del nostro Paese”. 

Ancora Di Maio durante una comunicazione al Senato: “Su mie istruzioni, la Segretario Generale Belloni ha convocato al Ministero questa mattina l’Ambasciatore della Federazione Russa Razov per trasmettere con forza la nostra ferma protesta e notificare l’espulsione di due funzionari russi accreditati presso l’ambasciata a Roma.”

Contrordine italiani, la povertà non è stata abolita!

Il ministero degli Esteri russo ha così commentato all’agenzia Ansa:

“Ci dispiace per l’espulsione da Roma di due dipendenti dell’ambasciata russa. Stiamo approfondendo le circostanze di questa decisione. Faremo un ulteriore annuncio sui nostri possibili passi in relazione a questa misura, che non corrisponde al livello delle relazioni bilaterali”.

Più dura la risposta di Alexiei Cepa, vice presidente della Commissione della Duma per gli Affari internazionali, ripreso dall’agenzia Interfax:

“Saremo costretti a rispondere in modo analogo. Vi sarà una risposta simmetrica”

 

[themoneytizer id=”68124-28″]

 

 

Marquez
Marquez
Corsivista, umorista instabile.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli