Quotidiano on-line ®

30.9 C
Rome
domenica, Luglio 3, 2022

Intelligence Usa: “I russi prevarranno in poche settimane. Severodonetsk isolata”

Ucraina: il Lugansk cadrà presto, civili in fuga dall’Azot. Severodonetsk isolata. L’ultimo report Usa lancia l’allarme.

Ucraina, Severodonetsk isolata

Secondo l’ultimo report dell’intelligence americana, la Russia ha continuato a bersagliare Severodonetsk distruggendo i ponti per isolare la città ed entro poche settimane può concludere con successo l’offensiva nel Lugansk.

Cruenta battaglia tra le macerie di Severodonetsk in cui è rimasto ucciso un ex soldato britannico schierato con Kiev; il governatore ucraino Serghyi Gaidai ha affermato che i difensori “stanno prevalendo negli scontri in strada“, e tuttavia “l’artiglieria del nemico sta radendo al suolo di tutti gli edifici usati dalle nostre truppe per nascondersi”.

Le forze ucraine resistono nella zona industriale e nella fabbrica di Azot, dove alcuni civili sarebbero riusciti a fuggire.

I combattimenti proseguono anche intorno alla fabbrica, all’indomani del raid russo che ha provocato un vasto incendio. Ed è incerta la situazione dei circa 800 civili nascosti all’interno. Secondo l’emissario di Mosca nel Lugansk, Rodion Miroshnik, alcuni hanno iniziato a lasciare il complesso, da un varco non controllato dagli ucraini, “portati in salvo dalle forze alleate”.

Lo Stato maggiore della Difesa americana ha confermato che la resa della città, insieme con Lysychansk, appare imminente. E dopo aver chiuso la partita del Lugansk, si aprirà quella del Donetsk. Il primo obiettivo lungo la linea dell’avanzata è Bakhmut, già sotto bombardamenti.

E nel mirino c’è anche Kramatorsk, la città più grande dell’oblast. Oltre al Donbass, i russi continuano a tenere alta la pressione sugli ucraini anche nel resto del Paese. Missili da crociera hanno colpito nell’ovest, a Tchortkiv, a 140 km dal confine rumeno, un deposito di armi fornite da americani ed europei. Nelle zone occupate sulla costa l’esercito di Putin ha proseguito con le attività di sminamento a Mariupol, annunciando che tutta la spiaggia, oltre al porto, è di nuovo in sicurezza.

Quanto alle forze di difesa, il presidente Volodymyr Zelensky ha annunciato che le sue truppe “stanno gradualmente liberando il territorio di Kherson” e che ci sono stati “progressi anche nella regione Zaporizhzhia”.

Leggi anche

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli