Quotidiano on-line ®

21.5 C
Rome
giovedì, Agosto 11, 2022

Nel ’60 la CIA tentò di uccidere Raul Castro ma finì come in Bananas di Allen

La CIA tentò di uccidere Raul Castro provocando un incidente aereo su un volo tra Praga e l’Avana, è quanto emerge dai documenti desecretati dal National Security Archive proprio nelle ore in cui l’anziano leader cubano annunciava le dimissioni.

1960, il fallito complotto con cui la Cia tentò di uccidere Raul Castro

L’istituto di ricerca non governativo americano National Security Archive ha desecretato alcuni documenti della Cia e li ha resi pubblici nella giornata di ieri, il giorno in cui Raul Castro ha ufficialmente annunciato le dimissioni da segretario del partito comunista durante i lavori dell’ottavo congresso del movimento a Cuba.

Quel che emerge è che i servizi segreti statunitensi tentarono nel 1960 di organizzare un attentato contro Raul Castro, provocando un incidente aereo su un volo tra Praga e l’Avana.

Nel '60 la CIA tentò di uccidere Raul Castro ma finì come in Bananas di Allen
Raul e Fidel Castro

Dai documenti emergono accordi tra funzionari della CIA all’Avana e i propri contatti in cambio dell’offerta di un compenso di 10mila dollari o di “una somma ragionevole che superasse questa cifra per incorrere nel rischio di organizzare un incidente aereo“.

William J. Murray, l’ufficiale dell’agenzia nell’isola, discusse del piano con il pilota cubano José Raúl Martínez, che lavorava per la Cubana Airlines, la compagnia ingaggiata per un volo charter con destinazione Praga che ebbe luogo il 21 luglio 1960 e che avrebbe successivamente riportato a Cuba Castro ed altri membri del partito comunista.

Dalle carte si può leggere che: “Il pilota, che la Cia aveva precedentemente reclutato a Cuba, chiese che gli Stati Uniti si impegnassero ad assicurare un’istruzione universitaria ai propri figli nel caso in cui non fosse sopravvissuto“.

Il paradosso dell’azione fu che non andò in porto perché il pilota “non ebbe occasione di organizzare un incidente durante il volo“.  E ancor più clamoroso quel che si scopre successivamente, ovvero che mentre l’operazione era già avviata, l’ufficiale della CIA  ricevette un contrordine che chiedeva di annullare la missione, ma Murray non riuscì a comunicare in tempo con il pilota che partì convinto che fosse tutto predisposto.

Insomma, un tragico complotto finito come in una possibile sequenza di Bananas di Woody Allen. O come la fuga dal carcere in “Prendi i soldi e scappa“.

 

Prendi i soldi e scappa – la pistola

 

 

Marquez
Marquez
Corsivista, umorista instabile.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli