19.7 C
Rome
lunedì 10 Maggio 2021
NewsPedopornografia: in Germania smantellata la più grande rete al mondo

Pedopornografia: in Germania smantellata la più grande rete al mondo

La più grande rete di pedopornografia del mondo è stata smantellata dalla polizia tedesca. Contava 400 mila iscritti.

Pedopornografia, maxi operazione in Germania

Le forze di polizia tedesche sono entrate in azione contro quella che è stata definita “la più grande piattaforma pedopornografica del mondo” presente sul darknet.

L’Ufficio federale criminale (Bka) a Wiesbaden ha annunciato che sono state effettuate sette perquisizioni, tra gli altri in Nord-Reno Vestfalia, Baviera e ad Amburgo, che hanno portato alla chiusura della piattaforma intitolata “Boystown”, che dai controlli effettuati contava oltre 400 mila iscritti.

Sono state poste in stato di fermo tre persone riconosciute dalle indagini come responsabili del portale in Germania. Un altro cittadino tedesco è stato fermato in Paraguay in seguito ad un ordine d’arresto internazionale. Per quanto riguarda i primi tre, si tratta di un quarantenne di Paderborn, un 49enne di Monaco e un 58 enne tedesco da anni residente in America del sud: secondo l’accusa sarebbero loro gli amministratori della piattaforma.

Onlyfans, il nuovo affare della pornografia online camuffato da social

Tra i fermati c’è anche un altro uomo di 64 anni, proveniente da Amburgo,  il quale risulterebbe iscritto dal luglio 2019 su “Boystown” per poi diventarne uno dei membri più attivi, avendo postato sul sito oltre 3500 “contributi” di natura pedopornografica.

Gli arresti sono arrivati al termine di mesi di indagini a livello internazionale, con una task force avviata dalla Germania e coordinata dall’Interpol con Olanda, Svezia, Australia, Usa e Canada.

I pubblici ministeri hanno dichiarato di aver trovato “immagini dei più gravi abusi sessuali su bambini piccoli”, tra le foto e il materiale video.

Chat degli orrori tra minorenni: stupri e pedofilia come gioco

Cos’è la Darknet

Una rete virtuale privata dove gli utenti si connettono solamente con persone di cui si fidano. È la darknet, dove si può creare un gruppo chiuso e privato di persone che comunicano. Il nome è spesso usato anche per reti di condivisione di file (p2p). Il termine Darknet fu inventato negli anni settanta per designare reti isolate da ARPANET (la vecchia Internet) per motivi di sicurezza. Le darknet erano in grado di ricevere dati dalle altri reti, ma comprendevano indirizzi che non erano visualizzabili dall’esterno, oltre a non rispondere a ping o richieste di comunicazione.

LEGGI ANCHE

 

[themoneytizer id=”68124-28″]

 

 

 



[themoneytizer id="68124-16"]

Ti potrebbe anche interessare

1 COMMENT

Comments are closed.

Ultimi articoli