29.5 C
Rome
sabato 24 Luglio 2021
SportJuventus-Torino 2-1 il Pagellone di Lobanovsky

Juventus-Torino 2-1 il Pagellone di Lobanovsky

La squadra di Giampaolo brillante nel primo tempo, trascinata dal solito Belotti. Difesa bianconera in apnea, ma i bianconeri trovano due gol negli ultimi tredici minuti. Juventus-Torino 2-1, il Pagellone del colonnello Lobanovsky

Il colonnello Valerij Lobanovs'ky
Il colonnello Valerij Lobanovs’ky

 

Juventus-Torino 2-1 il Pagellone

Juventus vs Torino 2-1 (N’Koulou, McKennie 77′, Bonucci 89′)

Szczesny 6.5 sul vantaggio granata non ha colpe, il giocatore del Toro lasciato libero in area non doveva mica marcarlo lui. Salva su Zaza il possibile 2-0

Cuadrado 7 nel primo tempo è inoffensivo come un senatore di Italia Viva. Nel secondo si vede annullare un goal, shock che rischia di compromettere la sua prestazione, ma si riprende subito e mette lo zampino sulle due reti bianconere.

De Ligt 6 buona chiusura su Linetty. Il resto della prestazione è molto timida.

Bonucci 6 dimentica N’Koulou che segna il vantaggio granata. Tanti falli inutili sia in difesa che attacco. Trova il goal nel finale e si lascia andare ad una triste esultanza che lo rende simpatico quanto Salvini.

Danilo 5 si lascia sorprendere dagli attaccanti granata. E questo giustifica il suo 5.

Kulusevski 5 si muove come se fosse Napal 51. Anche in fase di interdizione è poco incisivo. Ad inizio ripresa trebbia Linetty e viene sostituito.

Bentancur 6 meglio la ripresa che il primo tempo. Almeno vince qualche contrasto.

Rabiot 5 è tornato il giocatore che conoscevamo. Alto, grosso ed inutile.

Chiesa 5 confermato dopo la buona prestazione in Coppa. Ripaga la fiducia con una prestazione da Ridolini.

Dybala 5 ha fatto 45 minuti da ectoplasma. Nel secondo tempo da qualche segno di vita smarcando Chiesa, che invece non da segni di vita, e sfiora il goal

Ronaldo 6 più che altro per la pettinatura, perfetta ma uno stile che ha stancato, la sua partita discretamente anonima.

Ramsey dal 57′ 6 si mette a disposizione della squadra. Nulla di esaltante ma è riuscito in passato a fare di peggio

Alex Sandro dal 71′ 6.5 spinge molto soprattutto nel finale.

McKennie dal 71′ 7 segna il goal del pareggio, da coraggio ai compagni che cominciavano a non crederci più.

Bernardeschi dal 90’+1’ s.v.

Pirlo 5

Stava per perdere il derby, cosa praticamente impossibile a Torino sponda bianconera. La sua squadra per 70 minuti non ci capisce niente, trova il pareggio per caso e prende coraggio arrivando alla vittoria. Sicuramente non manca il carattere ma neppure la confusione tattica. Inoltre l’avversario era davvero poca cosa. Una vittoria che da morale ma serve ben altro.

De Micheli 2 più renziana dei renziani risponde presente alla chiamata della “Famiglia”. È inspiegabilmente Ministro, per lei sarebbe troppo anche un Assessorato a Rondanina.

Paratici 10 ha il phisique du role di un cacciatore di Milf nelle balere del basso piacentino. Tiene alta la tradizione dei dirigenti bianconeri in lotta contro leggi che mortificato la loro creatività. Uomo di lotta non di sistema.

 

Juventus-Torino 2-1, il vantaggio di N’Kolou

 

Torino

Sirigu 6 primo tempo di ordinaria amministrazione. La prima parata un attimo prima di prendere il primo goal.

N’Koulou 6 ha il merito del goal del vantaggio non esente da colpe sulle due reti bianconere

Lyanco 5 perfetto fino alla prima rete juventina. Disattenzione replicata sul raddoppio di Bonucci.

Rodriguez 5.5 ci mette impegno ma nel secondo tempo soffre molto Cuadrado.

Singo 6.5 buona personalità è uno degli ultimi a cedere.

Meitè 5 impreciso perde molti duelli. Dimentica Ronaldo sul raddoppio juventino.

Rincon 6 lotta in mezzo al campo ma non ha piedi educati e pretendere che faccia ripartire l’azione è davvero utopistico.

Linetty 5 lui avrebbe i piedi educati ma è pugnace quanto Brontolo dei 7 nani.

Ansaldi 6 suo il cross che porta il vantaggio. Quando può si propone e difende dagli attacchi nemici.

Zaza 5 sbaglia il goal del possibile 2-0. Errore pesante.

Belotti 7 predica nel deserto. Fa tutto il possibile per portare a casa punti. Lotta, prende botte, conquista punizioni. Ci vorrebbero 11 Belotti.

Lukic dal 75′ 5 entra in campo e dopo due minuti prende un giallo. Tutto qui.

Segre dal 90’+1’ s.v.

Bonazzoli dal 90’+2’ s.v.

Giampaolo 4.5

Ennesima rimonta subita. Cambi tardivi. Una sequela di scuse nel dopo partita da Oscar: “Abbiamo perso una partita solo nei dettagli” ad esempio due goal subiti “Rimonta diversa da altre”. Manco John Belushi nella famosa scena di The Blues Brothers

 

[wp_ad_camp_3]

 

Juventus-Torino 2-1 il Pagellone. Il calcio liquido del maestro

 

[wp_ad_camp_5]


Enrico Zerbo
Ligure, ama i gatti, la buona cucina e le belle donne. L'ordine di classifica è a caso. Come molte cose della vita. Antifascista ed incensurato.

Ti potrebbe anche interessare

2 COMMENTS

Comments are closed.

Ultimi articoli