Alimentazione Vegan per bambini? Non improvvisate!

L’alimentazione vegan è sempre al centro di numerosi dibattiti, aspetti positivi e negativi in continuo confronto scontro. Una delle tematiche più controverse e che continua a generare discussioni è l’alimentazione vegan per i bambini.

Alimentare un bambino, durante lo svezzamento, nella prima infanzia e nell’adolescenza, con una dieta vegan non è certo una passeggiata ma non è impossibile.

Genitori e bambini vegan

Il report Eurispes per il 2019 segnala un aumento consistente di vegetariani e vegani in Italia.

Rappresentano infatti l’8,9% della popolazione.

Nonostante diversi studi evidenzino i benefici di uno stile di vita “più vegetale”, continuano  ad esserci apprensione e preoccupazione quando a seguire la dieta vegan sono i bambini.

A creare falsi allarmismi sono spesso titoli sensazionalistici che parlano di bambini in fin di vita o malnutriti a causa della dieta vegetale. Fake news sui bimbi vegan: il Senatore Ciampolillo ne scova una nuova

In molti casi la responsabilità è da attribuire ai genitori che improvvisano una dieta assolutamente scellerata, senza interpellare pediatri nutrizionisti esperti in materia.

Ora, se è vero che la dieta vegan necessita di particolare attenzione, è altrettanto vero che in molti casi i medesimi articoli mancano di evidenze fattuali.

Fatta questa doverosa premessa, appare evidente che il problema delle storie riportate, non è necessariamente il risultato della stessa dieta vegana, piuttosto la mancanza di comprensione nello sviluppo di una dieta vegana ben pianificata e nel seguire adeguate raccomandazioni nutrizionali per ogni fase dell’età – dal concepimento all’età adulta – per prevenire la malnutrizione o altre carenze nutrizionali.

La dieta vegan è sicura per i bambini?

Come accennato, affinché una dieta possa definirsi “sicura” occorre attenersi scrupolosamente ai consigli di un buon dietista.

Per tornare al quesito, le diete vegetariane possono essere nutrienti e sicure per gli adulti, ma anche per neonati e bambini ( i primi alimenti dei nostri bambini, dopo tutto, tendono ad essere cereali, purè di verdure e purea di frutta), purché si faccia attenzione ai nutrienti chiave che possono mancare nelle diete vegetariane o vegane.

A tal proposito l’Academy of Nutrition and Dietetics dichiara: le diete alimentari vegetariane e vegane, adeguatamente bilanciate, possono essere salutari e nutrizionalmente appropriate per tutte le fasi del ciclo di vita, includendo neonati e bambini piccoli.

E ancora: Tali diete possono essere appropriate per tutte le fasi del ciclo di vita, tra cui gravidanza, allattamento, infanzia, infanzia, adolescenza, età adulta avanzata e per gli atleti.
Building a Healthy Vegetarian Meal Myths and Facts

Alimentazione vegan per bambini

Cosa devono mangiare i bambini vegan?

Kristi King, dietista senior del Texas Children’s Hospital di Houston e portavoce nazionale dell’Academy of Nutrition and Dietetics, sostiene che tutti i bambini hanno bisogno di una sana combinazione di verdure, frutta, cereali integrali e proteine. Poiché i bambini vegetariani tendono ad assumere meno proteine ​​rispetto ai bambini che consumano prodotti di origine animale, i genitori dovrebbero mirare a offrire una forma di proteine ​​(tofu, fagioli o noci) ad ogni pasto.

Altra fonte di preoccupazione deriva dall’adeguata assunzione di calorie o nutrienti.

Il dott. Lee Atkinson-McEvoy, pediatra dell’ospedale pediatrico dell’UCSF Benioff, ha spiegato che spesso i giovani vegan si saziano prima dei ragazzi “onnariani”, assumendo di fatto meno calorie e nutrienti.

Ciò dipende dal fatto che alcuni alimenti a base vegetale (come i fagioli) sono voluminosi, quindi i bambini possono sentirsi sazi dopo aver mangiato relativamente poche calorie.

Inoltre è più difficile per i nostri corpi assorbire calcio, ferro e zinco dagli alimenti a base vegetale che dalla carne e dal pesce.

Le sostanze che non devono mai mancare nell’alimentazione vegan per bambini

Vitamina B12: i bambini che seguono una dieta vegana dovrebbero assumere abbastanza B12 attraverso integratori o cibi arricchiti, come cereali arricchiti, latte di soia o alimenti per bambini.

Vitamina D: i nostri corpi producono vitamina D in risposta all’esposizione al sole, ma poiché puntiamo sulla protezione solare per proteggere la nostra pelle dai dannosi raggi ultravioletti – e la pelle di un bambino è più vulnerabile ai danni del sole rispetto a quella di un adulto – la maggior parte di noi non ne ha abbastanza vitamina D.

Calcio: aiuta a costruire ossa forti. Ottima fonte di calcio sono noci, fagioli, lenticchie, ceci, verdure a foglia verde come i broccoli, cavoli.

Ferro e zinco: il ferro è essenziale per i nostri globuli rossi. Lo zinco supporta il nostro sistema immunitario. Entrambi possono essere trovati in fagioli neri e fagioli scuri, ceci e lenticchie, semi e noci, verdure con foglie verde scuro, cereali integrali.

Acidi grassi essenziali: gli acidi grassi essenziali come Omega-3 sono importanti per la crescita e devono essere consumati poiché i nostri corpi non li producono. Gli acidi grassi essenziali si trovano nell’olio di semi di lino, di noci e di alcuni semi, come quelli di chia e di canapa.

Attenzione: ai bambini di età inferiore ai 5 anni occorre dare solo noci tritate per ridurre il rischio di soffocamento.

Iodio: I livelli di iodio contenuti negli alimenti vegetati variano molto. La quantità che si trova nei cereali, per esempio, varia in base alla composiozione del terreno di coltura. Le alghe, invece, rischiano di averne una concentrazione troppo alta. Il miglior suggerimento è scegliere un buon integratore.

Proteine

Discorso a parte meritano le proteine. Le proteine ​​sono i mattoni dei nostri muscoli. Le ultime raccomandazioni sono 1/2 grammo di proteine ​​per chilo di peso corporeo.

Contrariamente a quanto si pensi, le diete dei bambini spesso eccedono in quantità di proteine.

Inoltre la loro qualità lascia a desiderare.

Occorre tuttavia specificare che la fibra contenuta nei cibi vegetali rende le proteine contenute leggermente meno digeribili rispetto a quelle animali.

A tal proposito, le Linee Guida elaborate dalla Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana, raccomandano di inserirne circa il 15% in più rispetto a quelle raccomandate, proprio per sopperire a questa minore digeribilità.

Alimentazione vegan per i bambini

Gli integratori

Poiché nei bambini vegan si può riscontrare carenza di ferro, vitamina D, e B12, sarebbe opportuno utilizzare integratori alimentari, preferibilmente con formule specifiche per bambini (regolate dal F.D.A.).

In ogni caso, il Dipartimento della Salute raccomanda che tutti i bambini dai 6 mesi ai 5 anni ricevano quotidianamente integratori di vitamine A, C e D.

Conclusioni

Fornire una dieta vegana ai bambini richiede maggiore attenzione nella corretta pianificazione dei pasti al fine di garantire un adeguato apporto di nutrienti.
Pertanto seguendo tutte le dovute accortezze una dieta vegana è completamente sicura per qualsiasi bambino, neonato, bambino o bambina.

Simona Mazza

About Simona Mazza

Giornalista free lance, scrittrice attiva su tematiche sociali e politiche. ->
View all posts by Simona Mazza →