Quotidiano on-line ®

26.7 C
Rome
giovedì, Agosto 11, 2022

Terza guerra mondiale? Non soffrirebbero Putin, Zelensky, Biden, Stoltenberg, Draghi, ma noi si

Questa guerra mondiale strisciante è un conflitto tra potenti, che decidono della vita di milioni di uomini e forse del pianeta e di tutti noi, per cui a fermarla devono essere i popoli.

Terza guerra mondiale? Fermarla ad ogni costo

Posto che le sanzioni hanno colpito soprattutto l’Occidente e non hanno portato al crollo dell’economia russa

Posto che di una destituzione di Putin non ha senso parlare
Posto che tutto quello che ci è stato detto per giustificare sanzioni e invio di armi si è rivelato – come prevedibile – un’immensa sciocchezza

Posto che ora si dice che la guerra deve continuare fino alla sconfitta della Russia e al suo smembramento, ne consegue che la logica evoluzione del conflitto non può che seguire tre stadi:

1) a breve una carneficina tra russi e ucraini, con molti soldati occidentali dislocati li come “mercenari”;

2) un ingresso nel conflitto della NATO, perché se le parole hanno un senso gli ucraini per quanto supportati non possono vincere la guerra e ad ogni aumento di aggressività Ucraina corrisponderà un incremento della risposta russa, per cui se si vuole vincere la guerra la NATO deve intervenire in prima persona e non per interposta persona usando gli ucraini;

3) il passaggio a una guerra nucleare, dapprima con l’uso di atomiche tattiche che farebbero dell’Ucraina una terra fumante e poi, se non sì rinsavisce, con atomiche di ben altra portata.

Per arrestare tutto questo sarebbe necessario un grande movimento per la pace, che chieda e imponga sicurezza per tutti, un nuovo ordine globale, multipolare e decentrato.
Purtroppo di questo movimento non vi è traccia, tranne le parole di Papa Francesco, che ha detto una cosa chiara:

Questa guerra è una guerra tra potenti, che decidono della vita di milioni di uomini e forse del pianeta e di tutti noi, per cui a fermarla devono essere i popoli, e anche la disobbedienza è giustificata.

Ma anche la sua voce non arriva, distorta dai media, che alzano o abbassano il volume e amplificano ciò che interessa al potere e ai potenti.

L'assenza del "fare gioco" e il sentimento della vergogna nel Papa

 

Lentamente forse si andrà nell’ordine delle tre possibilità prima enunciate. L’inverno può essere freddo ma anche molto caldo, e l’estensione della guerra è ormai nell’interesse di troppi attori.

Tenete conto che anche nel caso di una guerra nucleare nessun dei potenti morirebbe.

Come gli oligarchi ucraini si sono spostati in Inghilterra e in UE, salvando le loro lussuose auto, allo stesso modo gli oligarchi occidentali hanno la possibilità di trasferirsi in Africa, America del Sud e in altri posti in cui un’eventuale guerra nucleare non avrebbe effetti diretti (li avrebbe ovviamente, ma non quelli che avremmo noi).

E ovviamente neanche Putin e i suoi oligarchi pagherebbero le conseguenze di un conflitto devastante.

A essere in pericolo sono i popoli. Proprio per questo non è la politica a poter fermare questa follia, non è la stampa degli Agnelli che con la guerra fa affari d’oro.
Sono solo i popoli a poterlo fare.
Per adesso sembra siano però occupati anche loro a fare altro, tra apericena, vacanze e saldi imperdibili nei negozi.

L'estate sta finendo, per sempre. Finalmente

Sostieni Kulturjam

Kulturjam.it è un quotidiano indipendente senza finanziamenti, completamente gratuito.

I nostri articoli sono gratuiti e lo saranno sempre. Nessun abbonamento.
Se vuoi sostenerci e aiutarci a crescere, nessuna donazione, ma puoi acquistare i nostri gadget

Sostieni Kulturjam, sostieni l’informazione libera e indipendente.spettacolo

VAI AL LINK – Kulturjam Shop

kj gadget

Leggi anche

Vincenzo Costa
Vincenzo Costa
Vincenzo Costa è professore ordinario alla Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele, dove insegna Fenomenologia. Ha scritto saggi in italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo, apparsi in numerose riviste e libri.

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli