Quotidiano on-line ®

28.9 C
Rome
lunedì, Luglio 4, 2022

Cremaschi: “Draghi parla come un miliziano di Zelensky”

Cremaschi: “Con le sue parole da guerrafondaio di talk show, Draghi ha dato praticamente del putiniano al Papa e portato l’Italia nella scalata alla terza guerra mondiale.”

Draghi il miliziano con i suoi fedeli

Di Giorgio Cremaschi

Giorgio Cremaschi: "Draghi? Arlecchino servitore di due padroni"
Giorgio Cramschi

Draghi, in una breve risposta data durante il dibattito in Parlamento, si è rivelato per quello che è: il leader fazioso e ottuso della partito della guerra, che parla con i toni di un miliziano di Zelensky e come i peggiori e più pericolosi propagandisti NATO.

Egli ha affermato che ci sono due visioni opposte: la sua, cioè quella di chi manda le armi all’Ucraina perché combatta, e quella di chi vuol trattare a tutti i costi, cioè arrendersi alla Russia. Così, con le sue parole da guerrafondaio di talk show, Draghi ha dato praticamente del putiniano al Papa e portato l’Italia nella scalata alla terza guerra mondiale.

Ignorando e offendendo il 60 % del paese che vuole la pace ed è contro l’invio delle armi, il Presidente del Consiglio ha comunque ottenuto il voto favorevole di 410 deputati. Letta, Bersani, Salvini, Berlusconi, Renzi, Conte, Di Maio tutti uniti, con la benevole astensione di Meloni.
Solo in 29 hanno votato contro.

Grazie ai parlamentari che con coraggio ripudiano la guerra, l’Italia in guerra e difendono così la democrazia dal partito unico guerrafondaio. Un partito fedele a Mario Draghi, il vero e unico capo della destra in Italia.

Cremaschi: non in nostro nome (video)

Leggi anche

Ti potrebbe anche interessare

Seguici sui Social

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli