28.2 C
Rome
giovedì 2 Settembre 2021
AgoràIl CorSera vorrebbe eliminare i Promessi sposi dalla scuola: 'sono una perdita...

Il CorSera vorrebbe eliminare i Promessi sposi dalla scuola: ‘sono una perdita di tempo’

Un professore di italiano e latino di un liceo di Milano, Marco Ricucci, propone sulle pagine del Corriere della Sera di eliminare i Promessi sposi tra le letture nei programmi scolastici.

Perchè voler eliminare i Promessi sposi dalla scuola?

L’argomento di fondo della proposta del professor Ricucci dalle pagine del Corsera sull’eliminazione della lettura de I Promessi sposi dai programmi scolastici è molto curioso: i giovani non capiscono Manzoni e lo sforzo di studiarlo toglie spazio all’apprendimento della lingua, concepito evidentemente come l’acquisizione di una competenza neutra priva di spessore espressivo, della sua dimensione storica, delle sue tante stratificazioni, delle sue opacità, delle sue ambiguità.

Nell’ottica neoliberale la lingua deve piegarsi all’ideologia della trasparenza. È uno strumento comunicativo che deve dare l’illusione di riflettere il mondo senza incertezze, senza oscurità.

La lettura non deve richiedere alcuno sforzo, nessuna fatica. Deve consentire di risalire a concetti immediati, a portata di mano, pronti all’uso.

Non ci può dunque essere spazio per Manzoni e in generale per la letteratura. Deve essere bandita quell’ ”hésitation prolongée entre le son et le sens” della poesia e della lingua letteraria.

Al professor Ricucci nessuno deve aver mai spiegato che tanto più la lingua è trasparente tanto più è ideologica, vincolante, soggetta a una codificazione stringente, chiusa all’iniziativa del parlante, alla sua libertà di poter dire.

Nel mondo di Ricucci l’individuo non si esprime, non parla, ma è parlato dalla lingua, evidentemente dalla lingua del padrone.

Il CorSera vorrebbe eliminare i Promessi sposi dalla scuola: 'sono una perdita di tempo'
i Promessi Sposi illustrati da Francesco Gonin

 

Leggi anche


Ti potrebbe anche interessare

1 COMMENT

Comments are closed.

Ultimi articoli